Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Le offerte Tim: cosa nascondono? Promesse allettanti all inclusive che invece affibbiano solo piani tariffari mobili antieconomici

Le offerte Tim: cosa nascondono? Promesse allettanti all inclusive che invece affibbiano solo piani tariffari mobili antieconomici
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Ognuno di noi aspira ad avere la linea telefonica fissa e quella mobile con
un unico gestore/operatore, oltre che internet veloce, con la banda larga
finanziata anche dai fondi europei, mantenendo lo stesso numero precedente
per il telefono di casa e per il telefonino.

Le allettanti offerte della Tim pubblicizzate sui giornali, Tv e portali
social, ti portano ad ordinare i suoi pacchetti all inclusive: Tim Smart
Mobile –UPS, ossia Adsl/Fibra/Wi-fi, Fisso, Mobile, TimVision. Invece, poi,
ti ritrovi ad avere per certo solo una tariffazione mobile diversa da quella
ordinata. Molto più onerosa delle altre tariffe concorrenziali. Per il resto
bisogna attendere, forse invano. Stride la differenza di adempimento del
contratto tra la linea fissa e quella mobile. E da quanto risulta dai
commenti sulla pagina Facebook della Tim pare che per la linea fissa
occorrano anche mesi sine die per dare compiutezza all’ordine, senza
soluzione di continuità. Il 187, con operatori che spesso ti chiudono il
telefono prima che si smetta di parlare, nulla ti sa dire per i reiterati
contatti per lo stesso problema se non, a secondo l’operatore, che l’ordine
risulta bloccato o, addirittura, risulta essere annullato. Gli appuntamenti
con il tecnico per la consegna del materiale, poi, vanno regolarmente
deserti. Il 119, numero Tim per l’assistenza per il mobile, poi, è distinto
dal 187, quindi nulla sa riguardo le vicende del ramo della linea fissa
della Tim, e quindi nulla può per ovviare al disservizio.

Che le autorità preposte (amministrative o giudiziarie) o le più blasonate
associazioni dei consumatori sappiano della vicenda e nulla fanno, sembra
plausibile, tenuto conto della vastità dell’andazzo, così come risulta dai
commenti sulla pagina Facebook della Tim.

A noi poveri cristi, se non ci resta che piangere, allora ci resta solo di
aspettare.

Dr Antonio Giangrande Scrittore, sociologo storico, giurista, blogger,
youtuber, presidente dell’Associazione Contro Tutte le Mafie.

Partecipa alla discussione