Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Come si viaggia in Calabria tra pullman e “Ponti sullo Stretto” Giampiero De Luca ha attraversato la regione sui treni delle Ferrovie dello Stato

Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

“Comincio una rubrica personale sui temi che riguardano il nostro Paese. Un’avventura nuova. Parto dalla Calabria, una terra a me cara. E l’ho fatto attraversando la regione sui treni delle Ferrovie dello Stato. Un viaggio durante il quale ho avuto modo di conoscere tante persone. Di ascoltare le loro opinioni, riflessioni, rabbia e fiducia nel Paese”.

Giampiero De Luca

Descrizione:

Binario Unico”: come si viaggia in Calabria tra pullman sostitutivi e Ponti sullo Stretto

Il presidente del Consiglio Matteo Renzi rispolvera il progetto del Ponte sullo Stretto riaprendo il dibattito sull’utilità dell’infrastruttura in Italia, non senza critiche da parte di una larga platea del Paese, in particolare le due regioni interessate, Calabria e Sicilia, che chiedono prima del futuro “attraversamento”, maggiore sviluppo per strade, ferrovie ed altri servizi che al momento non ci sono. A cominciare dal servizio ferroviario come quello della Calabria. Una regione dove si viaggia ancora a binario unico e con vagoni che risalgono agli anni 60 e per lo più su linee ferroviarie non elettrificate. Un reportage che analizza i problemi dei tanti pendolari che per muoversi all’interno della regione sono costretti a spostarsi utilizzando autobus e mezzi sostitutivi causa le gravi lacune delle ferrovie dello stato che negli ultimi anni hanno abbandonato la Calabria. Tratte come la Cosenza-Catanzaro interrotta per delle frane da diversi anni; le storiche linee Taurensi che collegavano i comuni della Piana, chiuse dal 2011 e mai più riaperte. Ma anche la progressiva chiusura di tutte le biglietterie delle stazioni calabresi con il taglio del personale. Una situazione di estremo disagio che abbiamo voluto racconti con questo reportage Calabria dove si viaggia a “Binario Unico”.

 

Partecipa alla discussione