Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Tragedia e poesia mondo greco negli Scavi di Sibari Quattordici interpreti per l’attesa iniziativa promossa da Giuseppe De Rosis e dal suo gruppo “Gli Amici dell’Arte”

Tragedia e poesia mondo greco negli Scavi di Sibari Quattordici interpreti per l’attesa iniziativa promossa da Giuseppe De Rosis e dal suo gruppo “Gli Amici dell’Arte”
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Leggere, o meglio interpretare, brani tratti da celebri opere della drammaturgia greca, nonché poesie di autori contemporanei correlate a quell’antico mondo, nella suggestiva cornice degli Scavi di Sibari. Un uzzolo acuto e improvviso, un sogno di una notte di mezza estate o, più semplicemente, la vibrante, comune volontà di regalare e regalarsi taluni momenti certamente forieri di riflessioni ed emozioni?

Franco Cirò, Annelise Passerini, Lella Persiani, Natale Avolio, Aurora Mastrandrea, Katya Genova, Federica Romanelli, Mario Felicetti, Lidia Stigliano, Nuccia Benvenuto, Maria Viteritti, Anna Minnicelli, Placido Bonifacio, Rita Zampino. Saranno loro i 14 interpreti che animeranno la serata-spettacolo denominata “Sibari, la Bellezza”, un affascinante ‘viaggio letterario’ ideato e organizzato dal prof. Giuseppe De Rosis e dal suo Gruppo “Gli Amici dell’Arte”, che si terrà sabato 12 agosto, alle ore 21.00, nella suggestiva cornice degli Scavi di Sibari – Parco del Cavallo. L’iniziativa, completamente gratuita, s’inserisce nell’ambito dei cosiddetti “Incontri d’Estate” promossi dal Parco Archeologico di Sibari, raffinato calendario di eventi che si snodano fra archeologia, natura, storia, teatro, poesia, musica e danza, frutto di un forte impegno condiviso tra il Polo Museale della Calabria, l’Amministrazione Comunale di Cassano allo Ionio e le Associazioni culturali del territorio.

“Stiamo cercando – spiega il prof. De Rosis – di far assaporare la vita che viene fuori dalla letteratura. Proporremo, tra le antiche vestigia di Sibari, Antigone, indenne e senza paura davanti al tiranno; Andromaca, che ha il cuore spezzato dai Greci che buttano giù dalla torre il piccolo figlio; Fedra, vittima di un’insana passione; Medea, prima madre dolcissima e che poi per lo scorno del ripudio si trasforma in assassina; e ancora Calipso, Ifigenia, Penelope, Saffo”.

La manifestazione prevede, tra l’altro, la lettura di testi di Atwood, Euripide, Kavafis, Omero, Ovidio, Seferis, Sofocle. Dopo i saluti istituzionali del Sindaco di Cassano allo Ionio, Gianni Papasso, ad introdurre e coordinare la serata sarà Anna Milieni. I momenti musicali saranno curati da Maria Vigiazina, mentre la regia tecnico-audio porterà, com’è ormai consuetudine, la firma di Francesco Verardi. Una serata dedicata alle rappresentazioni dell’antico mondo greco che si caratterizzano, oltre che per il tono e lo stile elevato, per uno svolgimento e una conclusione segnati da fatti luttuosi e violenti, da sventure e gravi perdite e sofferenze. Iniziativa prestigiosa, pertanto, che si configura come l’ennesima’tappa’ dei Viaggi letterari compiuti dal dinamico e ben affiatato Gruppo letterario denominato “Gli Amici dell’Arte” guidati dal prof. Giuseppe De Rosis.

Partecipa alla discussione