Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Partita la prevendita dei biglietti per “Preludio” Spettacolo-evento in Italia di Gilberto Gil

Partita la prevendita dei biglietti per “Preludio” Spettacolo-evento in Italia di Gilberto Gil
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

E’ partita la prevendita dei biglietti per “Preludio”, lo spettacolo-evento unico in Italia di Gilberto Gil con le travolgenti percussioni del Cortejo Afro diretto dal Maestro di batteria Mestre Gordo, il Nucleo de Opera da Bahia, con le voci eccezionali di Graça Reis, Vanda Otero, Carlos Eduardo Santos e Josehr Santos, le orchestrazioni del Maestro Aldo Brizzi e la partecipazione straordinaria di un gruppo orchestrale calabrese, in programma il prossimo 5 novembre con inizio alle ore 21.00 al Teatro Cilea di Reggio Calabria. Scenografie e costumi sono di Alberto Pita, design dei costumi Afro di Rosangela Nascimento, produzione generale di Renata Campos.

Lo straordinario evento, che sarà presentato da Max De Tomassi di Brasil su Rai Radio1, aprirà la sessione autunnale di “Reggio chiama Rio – Fatti di Musica Brasil”, progetto ideato da Ruggero Pegna nell’ambito della trentunesima edizione di “Fatti di Musica”, il suo Festival del miglior live d’autore italiano e internazionale, realizzato con la collaborazione di Alziamo il Sipario del Comune di Reggio.

Dopo la chiusura della prima parte di “Reggio chiama Rio”, che ha centrato un incredibile successo di pubblico e consensi, e mentre parte la sezione di agosto denominata “Ferragosto Live Festival a Diamante” riservata a Grandi Autori Italiani, per Pegna e la sua Fatti di Musica è arrivata anche l’aggiudicazione per il sesto anno consecutivo del Bando Regionale per la valorizzazione dei Beni Culturali della Calabria. Il progetto di Fatti di Musica, con le sue varie sezioni e i numerosi eventi di altissima qualità artistica, è infatti tra i tredici progetti vincitori della fascia A, quella riservata ai Grandi Festival Internazionali del bando regionale finanziato dalla Comunità Europea.

Ruggero Pegna, che proprio trent’anni fa (il primo agosto del 1987), cominciava la sua avventura con lo storico concerto degli Spandau Ballet a Catanzaro, esprime la sua grande soddisfazione.

“La mia Fatti di Musica, che in realtà è il grande contenitore dei miei innumerevoli progetti – afferma Pegna – è la storia stessa dello spettacolo dal vivo in Calabria, dai primi grandissimi concerti internazionali, come quelli di Sting, Santana, Tina Turner, Simple Minds, alle esclusive dei più prestigiosi autori italiani, da Fabrizio De Andrè a Paolo Conte, da Gino Paoli a Francesco Guccini. E poi, i grandi eventi televisivi in mondovisione, come il concerto di Elton John in omaggio a Gianni Versace, la Sera dei Miracoli dal Porto di Gioia Tauro o la Notte degli Angeli a Paravati per Natuzza Evolo. Centinaia di eventi, molti inseriti in sezioni originali da me ideate, con l’obiettivo di presentare grandissimi eventi ma anche eccezionali opportunità di promozione per la Calabria.

Credo, con rispetto per gli altri progetti, che Fatti di Musica non sia paragonabile a nessun altro, innanzitutto per la capacità di produrre eventi per costi elevatissimi, con circa un 80% di autofinanziamento. Basti pensare al solo Notre Dame De Paris, con costi di oltre 400.000 euro, che in Fatti di Musica è solo una delle tante giornale e sezioni del Festival Un Festival che esalta da sempre la Calabria, anche con idee come il Premio Riccio d’Argento di Gerardo Sacco che riprende la tradizione artigianale di Seminara e la partnership con il network nazionale Radio Juke Box, che ha sede proprio a Lamezia Terme, oltre alla partecipazione di grandi artisti calabresi come Sergio Cammariere.”.

Come giudica questo bando dell’Assessorato Regionale alla Cultura e le graduatorie pubblicate fino ad ora, cioè quelle delle fasce A e B?
“Personalmente sono per i grandissimi eventi, non per la polverizzazione delle risorse in mille progetti. Oggi, ad esempio, non sarebbe possibile immaginare il concerto televisivo di Elton John del 2004 o la Sera dei Miracoli in diretta Rai del ’99 e del 2002. Questa, però, è una linea politica che rispetto e che, comunque, crea lavoro nel settore e molteplici opportunità di divertimento e promozione di singole località. Una concezione diversa, su cui sarebbe interessante aprire una discussione. Per quanto riguarda un giudizio su bando e graduatorie, ho apprezzato la suddivisione in varie fasce, che ha evidenziato la qualità dei progetti migliori. Ovviamente, non ho condiviso la limitazione del contributo alle imprese che sono, senza dubbio alcuno, i soggetti principali della filiera produttiva di ogni settore, rappresentano i professionisti veri, pagano tutte le tasse e producono il reale sviluppo di cui la Calabria ha bisogno. In merito a ciò, ho presentato ricorso al Tar che si esprimerà il prossimo 22 agosto, sostenuto anche da Assomusica, che si è costituita nel giudizio con Atto di Intervento ad Adiuvandum. Per le graduatorie visto che, cambiando l’ordine degli addendi, la somma normalmente non cambia, il risultato era per tanti progetti prevedibile. Probabilmente, però, nelle commissioni è mancato un esperto di settore, che entrasse nel merito dei giudizi legati agli aspetti artistici, creativi, di originalità e alla congruità dei costi dei progetti. Questo è un settore dove la competenza sui contenuti dovrebbe essere prioritaria.”.

Come è nata l’idea di Reggio chiama Rio, che addirittura ha avuto il plauso del Console del Brasile e della stampa brasiliana?
“Un lampo che mi ha subito convinto per le molteplici possibilità di sviluppo e ricadute dell’idea. La realtà è andata anche ben oltre la mia immaginazione, con un successo che ha emozionato me, gli artisti e tutto il numerosissimo pubblico. Mi ha fatto piacere che il progetto abbia trovato nel sindaco Falcomatà l’immediata condivisione che, peraltro, ha fruttato anche l’inclusione di Alziamo il Sipario, il progetto comunale, tra i Festival vincenti. Certamente un esempio a modello della fruttuosa e virtuosa sinergia tra pubblico e privato.”.”

Intanto “fatti di Musica” prosegue spedita nei suoi eventi con la sezione “Ferragosto Live Festival a Diamante”: domani (13 agosto) Alex Britti, il 16 Cristiano De Andrè che canterà tutti i maggiori successi del padre Fabrizio, il 18 Massimo Ranieri e il 19 il concerto di Daniele Silvestri.

I biglietti per assistere ai quattro appuntamenti sono in vendita nei punti abituali, Ticketone, Go2 e online nei rispettivi siti ufficiali di questi circuiti di biglietteria. Inoltre, dalle ore 18.00 dei giorni degli eventi sarà disponibile anche la biglietteria del Teatro dei Ruderi, che resterà aperta fino alle ore 22.30.
Per ogni informazione sono disponibili il numero telefonico 0968441888, il sito www.ruggeropegna.it, oltre ai siti ufficiali dei singoli artisti e alla pagina facebook di “Fatti di Musica”.

Partecipa alla discussione