Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Omicidio lite confine terreni, condannato imprenditore Sedici anni di reclusione per l'uomo accusato di aver ucciso a colpi di pistola un agricoltore

Omicidio lite confine terreni, condannato imprenditore Sedici anni di reclusione per l'uomo accusato di aver ucciso a colpi di pistola un agricoltore
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

E’ stato riconosciuto colpevole di aver sparato contro un agricoltore nell’agosto dello scorso anno a San Calogero, nel Vibonese. Per tali motivi il Gip del Tribunale di Vibo Valentia, al termine del processo celebrato con rito abbreviato, ha condannato a 16 anni di reclusione l’imprenditore Cosma Damiano Sibio, 50 anni, di San Calogero, accusato di aver ucciso a colpi di pistola l’agricoltore Domenico Antonio Valenti, 74 anni, che si trovava bordo della sua auto. La Procura di Vibo Valentia aveva chiesto la condanna all’ergastolo per l’imputato. Alla base del delitto, secondo l’accusa, i rancori legati ai confini di alcuni terreni in località San Pietro di San Calogero. La pubblica accusa contestava la doppia aggravante della futilità dei motivi nel fatto di sangue e la premeditazione, esclusa invece dal giudice. L’imputato era difeso dall’avvocato Giovanni Vecchio.

Partecipa alla discussione