Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

POL MEETING 2017: resoconto prima giornata Ecco le anticipazioni sulla seconda

Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Al Castello Svevo di Cosenza ha preso il via questa mattina l’intensa due giorni della IV edizione di POL 2017, il Meeting della Polizia Locale, uno degli eventi nazionali più attesi dagli operatori del settore.

Il nutrito programma della sessione della mattina ha visto svolgersi tavole rotonde, con i maggiori esperti del settore che hanno affrontato tematiche che investono l’operatore della polizia locale e non solo, esposizioni stilistiche e installazioni fotografiche, esibizioni e dimostrazioni di tecniche di difesa e combattimento degli agenti di polizia municipale.

Nel corso dell’apertura dei lavori sono stati assegnati i premi agli agenti di polizia locale, giunti da tutta Italia, che si sono distinti durante il loro operato. A ricevere il Premio POL anche vari comandi di polizia locale, quali quello di Cosenza, Bari, Lamezia Terme, Nardodipace, Palmi e Desenzano sul Garda.

Destinatari dei riconoscimenti al personale gli istruttori della Polizia Municipale di Cosenza Daniele Donato, Vincenzo La Cava, Alfredo Morano, Mario Giordano, Annunziato Milito, Gianfranco Gagliardi, Antonio Tocci e Alfonso Monetti per l’altruismo, la solidarietà e il lodevole servizio prestato a favore delle popolazioni dell’area fra Lazio, Marche, Umbria e Abruzzo colpita dal terremoto del 24 Agosto 2016;

Con la seguente motivazione “per l’eccezionale professionalità e il grande spirito di responsabilità dimostrata” consegnati i riconoscimenti anche agli istruttori della Polizia Municipale di Bari Gianluca Barca e Simone Vessia, all’agente scelto della Polizia Municipale di Desenzano del Garda Alessio Bove, all’agente Luigi Tassone e alla guardia particolare giurata Salvatore Fazio della Polizia Municipale di Nardodipace, al Maresciallo Bruno Palmieri e al Vice Brigadiere Annateresa Veraldi della Polizia Municipale di Lamezia Terme.
Fra essi è stato insignito anche l’ispettore Luigi Licari, vittima di una violenza di gruppo durante il suo servizio a Catania, e per questo finito in coma per diverso tempo. Licari, sebbene sia uscito dalla rianimazione, ha tuttora bisogno di cure per la sua sopravvivenza, e per questo non ha potuto presenziare alla cerimonia di consegna dei premi POL 2017. A ritirare il premio il fratello dell’ispettore, Matteo Licari.

Intanto, nelle varie sale del Castello, si sono succedute le tavole rotonde di formazione e dibattito per la sezione polizia locale, come quelli su decoro urbano e sicurezza, codice della strada e tutela dell’ambiente. Per quanto riguarda la sezione tributi si è tenuta la tavola rotonda sul sistema di accertamento e riscossione delle entrate locali con l’atteso intervento, fra gli altri, di Sergio Trovato – Professore, Avvocato Tributarista, già collaboratore delle testate Il Sole 24 Ore ed Italia Oggi, consulente Anci, Legautonomie e consulente scientifico Leggi D’Italia.

Inoltre il programma della prima giornata di POL 2017 è stato anche arricchito da una serie di eventi collaterali che perseguono scopi differenti ma non slegati dalla manifestazione, come quello sociale e culturale. A tal proposito anche la moda e la fotografia hanno avuto il loro ampio spazio con la perfomance creativa a cura della fotografa concettuale e giornalista Stefania Sammarro, in collaborazione con l’Accademia New Style di Cosenza diretta da Franca Trozzo. In una delle sale del Castello è stata allestita l’esposizione di alcuni bozzetti stilistici su come sarà la divisa della Polizia tra 100 anni, realizzati dagli allievi dell’Accademia. Una delle divise realizzate è stata indossata dalla modella Maria Giulia Caruso in un’installazione vivente per una non posa fotografica.

La giornata è proseguita con gli appuntamenti del pomeriggio. In programma il convegno sulle novità introdotte dai decreti attuativi della Riforma Madia, mentre per la sezione tributi è stato dato spazio al momento di formazione avanzata, a numero chiuso, tenuto dal prof. Trovato.

Domani, venerdì 13, protagoniste saranno le scuole che dalle 9,30 porteranno circa trecento studenti al Castello Svevo.

Attraverso la collaborazione con alcune associazioni i giovani provenienti dalle scuole medie superiori della provincia di Cosenza assisteranno alla testimonianza del padre di Sara Frangella, una delle giovanissime ragazze strappate alla vita in seguito ad un drammatico incidente stradale avvenuto nell’aprile del 2016 a San Lucido, che condividerà, con gli studenti presenti in Sala, la sua dolorosa esperienza. Lo scopo non sarà quello di trasmettere un messaggio di dolore bensì quello di rivolgere un invito ad amare e rispettare la propria vita.

Dopo una fase teorica iniziale dedicata agli studenti in cui verranno trattate tematiche relative a multitasking, distrazione e alcol, tutti elementi che costituiscono un grave rischio durante la guida, si passerà a quella esperienziale aperta a tutti: un percorso a ostacoli con il quale sperimentarsi indossando degli speciali occhiali che simulano lo stato di ebbrezza.

La mattinata si concluderà con la cerimonia di consegna del premio “Coscienza Civica ed educazione alla convivenza”, progetto che premia il più incisivo messaggio di coscienza civica che gli studenti hanno pensato rivolto alla propria città, al termine del quel è prevista la consegna di una borsa di studio del valore di € 1000,00 destinato all’Istituto scolastico selezionato.

Partecipa alla discussione