Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Caso “Gerace”: dopo la “frittata” sindaco corre ai ripari? Il commento di Forza Italia e Fratelli d'Italia-An: "I soliti prestigiatori. Cosa estrarranno fuori dal cappello questa volta?"

Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Riceviamo e pubblichiamo

Prendiamo atto della nota stampa diramata dal Consigliere Comunale e Regionale Francesco D’Agostino, in data 07/11/2017 su un quotidiano online, in merito al dimensionamento scolastico che interessa il Liceo Classico e il Liceo Artistico di Cittanova. Una nota stampa, il cui contenuto ci lascia a dir poco sbigottiti e increduli, dalla quale, ciò che emerge è la totale disinformazione che il consigliere dimostra su questo delicatissimo argomento.
D’altronde, non ci si poteva aspettare altro da chi è stato ed è, non solo sponsor ufficiale di questa amministrazione comunale, di cui lo stesso è parte integrante, ma attivo sostenitore dell’operato di un Sindaco “silenzioso”.

Intanto, se proprio di “bugie” dobbiamo parlare, invitiamo il consigliere di cui sopra a rileggersi i contenuti dei vari interventi pubblicati senza distinzione di sorta da alcune forze politiche e non, riuscirà a comprendere, forse, che nessuno ha mai cercato di infondere il timore che i Licei di cui sopra possano chiudere o addirittura essere trasferiti nella vicina Taurianova, come, invece lo stesso, riportata artatamente nella sua nota stampa, ma troverà, solo ed esclusivamente il termine “dimensionamento scolastico” e/o accorpamento. Un evidente “gioco di prestigio”, posto in essere dal Consigliere Regionale, attraverso il quale pensa di far ricadere su altri le colpe delle scellerate scelte politiche/amministrative di questa amministrazione, ampiamente dimostrate con l’aver deliberato delle “superficiali proposte” , tra le quali, quella “ … di valutare la possibilità di accorpare all’Istituto “V.Gerace” un altro Istituto superiore,… dei Comuni interessati”. Cosi come, se di falso c’è qualcosa, sono “proprio i dati ufficiali e la realtà”, a cui si riferisce la nota stampa che sembrano, anche in questo caso, non trovare alcun riscontro con i documenti ufficiali e/o atti adottati dalla amministrazione comunale.

Altro che “… nulla di più falso e distante dalla realtà…”! Quanto riportato nella nota stampa sopra citata, almeno per una parte, è una vera e propria mistificazione della realtà!. Ringraziamo, in ogni caso, il Consigliere Comunale e Regionale, per la gratuita lezione in “politichese”, per altro non richiesta, in merito alla procedura e all’adozione dei provvedimenti amministrativi relativi al “dimensionamento scolastico”, anche se pervenuta in ritardo. “Lezione”, che forse, avrebbe fatto bene, ad impartire alla sua stessa amministrazione, nei tempi e nei modi giusti. In tutto ciò, anche se oramai abituati al “silenzio tombale” del Sig. Sindaco, ci stupisce sempre più l’atteggiamento di quest’ultimo. Un atteggiamento che ci lascia presagire un altro e probabile “gioco di prestigio”, che lo stesso vuole riservare a tutti coloro i quali hanno osato mettere in discussione il suo operato.

Ma anche il più bravo “prestigiatore”, che promette di tirar fuori dal “capello la colomba”, potrebbe non eseguire bene il numero e metterci davanti all’ennesima delusione.

In ogni caso, in attesa che la magia del cappello si compia, rileggendo le linee guida regionali per il quinquennio 2017-018/2022-2023 nonchè la deliberazione della Giunta Comunale n° 153 Reg Gen. del 28/09/2017, ci viene da “fantasticare” che forse l’unica possibilità di tirar fuori la “colomba” dal cappello dal nostro “prestigiatore”, lasciandoci così stupiti, consiste nel “proporre, anche se in ritardo, le due ultime possibilità che le linee di cui sopra consentono per mantenere l’autonomia scolastica, ovvero:
– “…Per le istituzioni scolastiche site in comuni montani, ovvero ove siano presenti minoranze linguistiche…;
– “ …solo in casi eccezionali e nelle località che si trovino in condizioni di particolare isolamento…”

Un trucchetto di magia al quale, forse, avrebbe dovuto ricorrere prima?
Ma se è vero che l’arte della magia non consiste tanto nel compiere miracoli, quanto nel persuadere il pubblico che i miracoli avvengono, non ci resta altro che sperare nel miracolo, anche se noi nutriamo qualche dubbio che alcuni tipi di miracoli possano avvenire.

Pur non sapendo, se il Sig Sindaco si stia adoperando in merito, e quale, eventualmente, possa essere la proposta, tra le due sopra citate, che lo stesso, vorrà avanzare agli Enti sovra comunali, ammesso che lo ritenga utile, al fine di ricorrere al riparo dal danno cagionato, resta in modo chiaro ed inequivocabile, in ogni caso, la dichiarazione di fallimento sottoscritta da questa amministrazione con la delibera di G.C. di cui sopra.
Una dichiarazione fallimentare che graverà come un macigno sulla nostra cittadina.

Il Presidente
Fratelli d’Italia-An
Domenico Fonti

Il Direttivo
Forza Italia

Partecipa alla discussione