Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Dott. Vincenzo BALDACCHINI (Lo Speziale) Altro dimenticato e sconosciuto personaggio in silloge narrato nella Spoon River del pianoro Taurianovese dal blogger Giovanni Cardona

Dott. Vincenzo BALDACCHINI (Lo Speziale) Altro dimenticato e sconosciuto personaggio in silloge narrato nella Spoon River del pianoro Taurianovese dal blogger Giovanni Cardona
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

 

dott. Vincenzo BALDACCHINI

(Lo Speziale)

 

 

Fui Vincenzo Baldacchini

il farmacista.

 

Mi trapiantai nel pianoro

agli inizi del 1800

provenendo da Amantea

– al cui illustre patriziato appartenevo

dal tempo della dinastia Aragonese –

con altri miei fratelli.

 

Dopo gli studi umanistici

la frequenza presso la Regia Università

un tirocinio presso una spezieria

e l’esame di idoneità

comprai una bottega vicina al Duomo

divenendo lo speziale di Radicena.

 

Le mie doti morali

certificate dal Parroco e dal Sindaco

mi abilitarono all’esercizio della professione:

grande era la responsabilità a cui ero chiamato,

riferita alla detenzione di sostanze velenose

o pericolose che solo io ero autorizzato a maneggiare.

 

Il mio lavoro fu immane

sperimentavo veleni da serpenti e rane

in alambicchi distillavo e separavo sostanze

per alleviare dei nativi infermi le sofferenze.

 

Nella miseria della povertà

la mia bontà faceva breccia

come un lampo divino

o una offerta insperata

nel buio del dolore e della disperazione.

 

Il mio tempo era il luogo dei saluti

dei berretti sollevati in aria

delle mani che si aprivano

e si richiudevano come gli occhi

dinanzi all’incedere del bacillo di Koch.

 

Dio fu la mia ombra

anche quando al declinare della luce

si avvicinò l’oscurità

come tara che mi condusse

alla infausta cecità.

 

Ora raccolto

nella tenebra segreta della mia morte

penso al tempo dedicato

all’amore e al dono

senza ostilità

mantenendo il mio segreto

che si confessa all’oscurità reticente

che ostinata lo conserva

nella semplicità del mio ultimo ritiro.

 

 

Partecipa alla discussione