Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

A Diamante quarta edizione Gran Galà di Solidarietà “No Femminicidio” è il titolo dell’evento di quest’anno

A Diamante quarta edizione Gran Galà di Solidarietà “No Femminicidio”  è il titolo dell’evento di quest’anno
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Una serata riuscita e particolarmente intensa quella della quarta edizione del Gran Galà di Solidarietà organizzato dal CineCircolo Maurizio Grande di Diamante. “No Femminicidio” il titolo dell’evento di quest’anno che si è svolto al CineTeatro Vittoria di Diamante, con il patrocinio dell’Assessorato al Welfare del Comune di Diamante e dello “Sportello Antiviolenza La Ginestra”. Una manifestazione culturale di sensibilizzazione sul tema, scelto quest’anno, della lotta alla violenza sulle donne, e finalizzata concretamente ad una raccolta fondi in favore della “Fondazione Roberta Lanzino” di Rende. E proprio nelle mani della Signora Matilde Lanzino il Presidente del Cinecircolo, Ciro Astorino, ha consegnato un Assegno-Impegno frutto di quanto raccolto nel corso dell’iniziativa. La serata, presentata magistralmente da Ugo Floro, ha visto la consegna del premio menzione straordinaria del “Mediterraneo Festival Corto” a “Dysneland” di Marco Cervelli.

Il regista non ha nascosto la sua soddisfazione nel ricevere il premio al termine della proiezione dichiarando che l’opera racconta una storia che vuole “svelare l’ipocrisia della nostra società” intrecciando due aspetti della società contemporanea, il femminicidio e l’integrazione, che ci riguardano in prima persona. L’Assessore al Welfare Mariassunta Urciuolo ha voluto portare il saluto dell’Amministrazione Comunale, ricordando l’impegno che il suo assessorato a fin qui assicurato sulle tematiche della manifestazione. Particolarmente intenso il Talk, condotto da Ugo Floro, che ha visto l’emozionante e incisivo intervento di Matilde Lanzino che ha sottolineato come oramai si è giunti alla “Consapevolezza collettiva che esiste un dramma sociale che si chiama violenza maschile sulle donne, sui minori, sui bambini” evidenziando l’impegno della Fondazione Roberta Lanzino, sia nelle attività di sostegno alle donne vittime di violenza che di prevenzione di questi fenomeni.

Su quest’ultimo tema, quello della prevenzione, ha anche puntano la criminologa Monica Capizzano riferendosi anche a fenomeni di nuova portata come quelli delle cosiddette “droghe dello stupro”. Teresa Sposato ha ribadito l’impegno dello “Sportello Antiviolenza La Ginestra” nel “dare voce a chi non ne ha” grazie a un lavoro d’intesa con l’Assessorato al Welfare del Comune di Diamante e un’equipe di professionisti che mettono a disposizione le loro competenze gratuitamente. Di grande suggestione e bellezza, nel corso della serata, i contributi offerti dalla scuola di danza “Ruskaja” di Diamante, eccellenza riconosciuta della nostra Città. Francesco Presta, Direttore Artistico e Ferdinando Romito, direttore Tecnico del CineCircolo “Maurizio Grande” rivolgono un ringraziamento assolutamente non formale a tutti coloro che hanno contribuito alla riuscita della manifestazione che chiude un anno di affermazioni e di crescita del Cinecricolo in attesa di un 2018 che si preannuncia già ricco di importanti appuntamenti.

Partecipa alla discussione