Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Gaetano MICHELIZZI (1906-1926) – L’aviere – Continua la narrazione in silloge di personaggi del pianoro Taurianovese da parte del blogger Giovanni Cardona

Gaetano MICHELIZZI  (1906-1926) – L’aviere – Continua la narrazione in silloge di personaggi del pianoro Taurianovese da parte del blogger Giovanni Cardona
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Gaetano MICHELIZZI (1906-1926)
– L’aviere –

 

Nacqui a Radicena nel 1906
da Francesco e Raffaella Esposito.

I miei avi arrivarono nel pianoro
portando i commerci e le botteghe
dalla nobile marinara Amalfi.

Si narrò che al mio primo vagito
una colomba irruppe
nella stanza portando scompiglio.

Ancora imberbe lasciai
la mia amara terra
divenendo aviere
della Regia Aviazione Militare.

Fui destinato nel 1924
al primo Stormo Aeroplani da Caccia
di stanza a Ghedi.

Sorvolando nel 1926
per perlustrazione
i cieli bresciani
un arcano incidente
al mio Macchi-Hanriot HD.1
mi relegò negli anfratti
dell’eterno silenzio.

Eppure ancora oggi
dalla lapide di pietra di fiume
con la quale la Monarchia
liquidò la mia morte
osservo tra le volte celesti
e le terrose brume
il volteggiar di falchi pellegrini
che stramazzano miseri colombi
come angeli sacrificali
di orridi giorni rimasti
a consolare il mio
forzato letargo.

Partecipa alla discussione