Va in pensione il direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale | ApprodoNews
Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Va in pensione il direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale Il presidente della Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, saluta e ringrazia Diego Bouchè

Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

CATANZARO – “Un affettuoso saluto e un ringraziamento
sentito al direttore generale dell’Ufficio scolastico regionale della
Calabria, Diego Bouchè, che conclude il proprio percorso lavorativo e si
congeda dall’importante incarico che l’ha visto protagonista in un
settore fondamentale per la crescita del nostro territorio e della
futura classe dirigente”. E’ quanto afferma il presidente della
Provincia di Catanzaro, Enzo Bruno, che si rivolge al direttore dell’USR
Bouchè, da oggi in pensione.
“Tra mille difficoltà ha diretto con grande determinazione il settore,
nonostante la carenza di personale e varie problematiche quotidiane,
diventando per le istituzioni come la Provincia, che tra le sue funzioni
principali annovera proprio la gestione dell’edilizia scolastica, una
figura di riferimento – ha detto ancora il presidente Bruno -. In questi
anni particolarmente complicati per l’Ente intermedio, alle prese
costantemente con tagli e criticità che hanno rischiato di compromettere
il mantenimento dei servizi e quindi della sicurezza per migliaia di
studenti, il direttore Bouchè non ha fatto mai mancare il proprio
supporto, preziosi suggerimenti e incoraggiamenti che ci hanno permesso
di affrontare gli ostacoli mantenendo uno standard elevato dell’offerta
formativa dando risposte ai territori. In particolare, la sua vicinanza
è stata qualificante nei successivi incontri che hanno portato alla
definizione del Piano di dimensionamento scolastico, approvato qualche
giorno fa dalla Giunta regionale nella sua interezza: l’impianto che ha
messo al centro del sistema e della rete scolastica è stato condiviso,
come la convinzione del dovere di muoversi sempre nella direzione delle
necessità e dei bisogni dei ragazzi.
Lo spirito collaborativo, la prontezza e la passione nell’affermare
l’istruzione come unico strumento di difesa della democrazia di Bouchè
ci mancheranno – conclude il presidente Bruno –. A nome mio e
dell’intero consiglio provinciale lo ringrazio e gli auguro di vivere
serenamente questa nuova fase della sua vita”.

Partecipa alla discussione