Protesta residenti Tiberio Condello, parla Scionti | ApprodoNews
Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Protesta residenti Tiberio Condello, parla Scionti Il sindaco di Taurianova solidarizza con i residenti della zona e parla dell’impegno fattivo della sua giunta per sbloccare la situazione burocratica

Protesta residenti Tiberio Condello, parla Scionti Il sindaco di Taurianova solidarizza con i residenti della zona e parla dell’impegno fattivo della sua giunta per sbloccare la situazione burocratica
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

TAURIANOVA – Il grido di rabbia dei residenti di via Tiberio Condello ha riportato nuovamente in auge una problematica lunga quarant’anni. Quasi mezzo secolo di mancati interventi hanno esasperato gli abitanti della zona, costretti quotidianamente a far fronte a tante criticità, che vanno dalla presenza di buche alla mancanza del sistema fognario sino ad arrivare ai tanti pericoli che corrono le fasce deboli della popolazione, in primis anziani e bambini. L’immobilismo delle varie amministrazioni che si sono succedute nella gestione del Comune di Taurianova, compreso il periodo della Commissione Prefettizia, ha portato veramente al limite la pazienza della gente della via da poco ribattezzata Saverio Petrilli.

La minaccia di sospendere il pagamento dei tributi, unito inoltre alla volontà delle famiglie di dare un segnale forte incatenandosi davanti al Comune, è arrivata direttamente al primo cittadino di Taurianova, Fabio Scionti, che ha voluto chiarire alcuni aspetti della vicenda pur comprendendo le ragioni e il dissenso di questi cittadini che si sentono estraniati dal resto della città. Il sindaco, cercando di fare chiarezza sugli aspetti burocratici che caratterizzano la vicenda, ha rivendicato l’impegno di tutta la sua maggioranza nelle azioni messe in campo per far partire il progetto: «Siamo l’amministrazione – dichiara Fabio Scionti – che più si è interessata a questo problema che dura da più di quarant’anni. Prima è stato approvato il progetto preliminare, successivamente quello definitivo, manca solo quello esecutivo per rendere effettivo il piano d’intervento nell’ex via Tiberio Condello».

Le dimissioni del progettista, che si legano anche al rifacimento del manto stradale in altre zone taurianovesi, aspetto questo che ha ulteriormente inviperito i residenti della Tiberio Condello, sono per il sindaco Scionti aspetti che non hanno influito sulla tempistica d’intervento, visto che il disegno redatto per la zona s’inserisce in un contesto molto più ampio: «Il prospetto – continua Fabio Scionti – prevede infatti la realizzazione di opere di urbanizzazione primaria, tra le quali rientrano le procedure per allacciare il sistema fognario, la rete dell’acqua e del gas. A tutto ciò si aggiunge l’intervento per arginare l’emergenza buche e strade dissestate».

Non sono mancate le difficoltà nella fase primigenia delle azioni avallate dalla maggioranza, ma il leader del centrosinistra taurianovese respinge l’addebito di indugi rispetto alle promesse ai cittadini: «Nella fase iniziale del piano abbiamo avuto una serie di rallentamenti nella procedura degli espropri, ma in ogni caso non siamo in presenza di ritardi lunghi visto che una progettazione deve avere i suoi tempi». L’incastro degli ultimi tasselli di tutto l’iter burocratico potrebbe finalmente sbloccare la situazione e dare una speranza alla popolazione del luogo: «Ci vorranno un paio di mesi – conclude il primo cittadino – per completare il progetto esecutivo. Subito dopo confidiamo di far partire la gara d’appalto».

Partecipa alla discussione