Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

“Prigioniera per caso”, intervista a Nunzia Fulco L'autrice del libro intervistata nei nostri studi racconta la sua storia e le sue sensazioni dopo più di tre anni di carcere - Guarda

Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Cosa succederebbe se una mattina qualcuno bussasse alla vostra porta e vi trascinasse via dalla vostra vita senza una spiegazione? Se al posto del vostro quotidiano improvvisamente vi trovaste a fare i conti con un’esistenza decisa da altri? Difficile immaginarlo, nemmeno con uno sforzo di fervida fantasia. Eppure la storia narrata in questo libro è accaduta davvero. A raccontarla, nei nostri studi di Approdonews, è la stessa protagonista, Nunzia Fulco.

I contorni rocamboleschi della vicenda sono però solo la cartina al tornasole di qualcosa di più profondo, di un male che sta alla radice. Il modo per resistere che ha scelto, durante i terribili anni del carcere, è stato scrivere queste pagine, giorno dopo giorno, senza nemmeno l’intento di farle diventare qualcosa. Fissare i pensieri su un foglio di carta come unico appiglio, unica finestra su una libertà che nessuno di noi immagina quanto sia fragile; nessuno tranne lei e chi come lei ha sentito addosso il peso di averla persa senza un vero motivo.

Partecipa alla discussione