Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Stipendi consiglieri regionali, Fiamma Tricolore vigila

Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

E’ stato oltre un anno fa che questa Segreteria ha iniziato ad occuparsi della questione relativa ad alcuni consiglieri comunali che, solo dopo essere stati eletti e magari avendo superato anche abbondantemente gli “anta”, erano stati così fortunati da trovare un posto di lavoro e, di conseguenza, hanno avuto accesso al diritto a percepire il “rimborso” della quota di stipendio, relativa alle giornate in cui è chiamato a dedicarsi all’attività di consigliere (guarda caso quasi sempre per l’intero mese e quindi con rimborso dell’intero stipendio di cui gode nell’azienda in cui risulta a busta-paga), da parte della Pubblica Amministrazione. Terminata la consiliatura senza che si riuscisse a fare chiarezza, quantomeno “etica”, su queste vicende, si pensava i nuovi consiglieri avessero quantomeno qualche remora ad utilizzare questo furbesco stratagemma per rimpinguare l’indennità dei consiglieri prevista per legge.
Purtroppo, ad alcuni mesi di distanza abbiamo dovuto constatare che tale “cattiva abitudine” non si è persa ed addirittura viene utilizzata anche da chi si ergeva a censore solo pochi mesi fa. Il tutto con una “piccola” aggiunta, di cui siamo venuti a conoscenza a seguito delle nostre reiterate richieste di chiarimento avanzate nelle scorse settimane: magari memori delle scorse vicende qualcuno ha provveduto a far modificare l’iter della pubblicazione delle delibere riferentesi alla erogazione dei predetti rimborsi limitandole ad una unica pubblicazione annuale sul sito istituzionale del Comune di Catanzaro, anziché pubblicarle man mano che vengono emanate ed acquistano vigenza applicativa, così per come accade per TUTTE le altre delibere e provvedimenti emanati dall’Amministrazione stessa e da tutte le altre amministrazioni pubbliche.
La segreteria cittadina del MSI-Fiamma Tricolore, nell’assicurare all’intera Comunità che continueremo a tampinare l’Amministrazione ed i suoi rappresentanti fino a chè non sarà fatta definitivamente chiarezza su un legittimo diritto che però è diventato malvezzo e abuso nell’utilizzo distorto che alcuni ne fanno, chiede a chi di competenza di intervenire per monitorare i casi di cui trattasi al fine di reprimerne e perseguire gli eventuali abusi che fossero riscontrati.

La Segreteria Cittadina del Movimento Sociale Italiano-Fiamma Tricolore

Partecipa alla discussione