Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Successo per il Festival canoro “La Scuola che inCanta” Nella giuria del concorso promosso dall’Istituto comprensivo “Falcomatà-Archi” di Reggio Calabria, la nostra caporedattrice Teresa Cosmano. I 4 finalisti si esibiranno stasera a Taurianova, nell'ambito dell'Infiorata

Successo per il Festival canoro “La Scuola che inCanta” Nella giuria del concorso promosso dall’Istituto comprensivo “Falcomatà-Archi” di Reggio Calabria, la nostra caporedattrice Teresa Cosmano. I 4 finalisti si esibiranno stasera a Taurianova, nell'ambito dell'Infiorata
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Reggio Calabria  – Si è svolta ieri sera la finale del 1° Festival canoro “La Scuola che inCanta”, promosso dall’Istituto comprensivo “Falcomatà-Archi”, per diffondere la cultura della musica e la pratica degli strumenti musicali nella scuola. Il riuscitissimo spettacolo, condotto dal docente di musica Martino Parisi, ha visto esibirsi 14 alunni, provenienti dai plessi Secondaria di I grado Ibico/Pirandelo – Klearchos, Primaria San Brunello – Archi Cep e Infanzia Santa Caterina – Archi Centro, scelti nella serata di qualificazione svoltasi giovedì, tra gli oltre 65 alunni iscritti, ripartiti in 35 formazioni artistiche.

Una giuria qualificata, composta dalla dirigente scolastica dell’Istituto comprensivo “Corrado Alvaro” di Reggio Calabria, Marisa Monterosso, dal presidente e dal direttore del Conservatorio musicale “Francesco Cilea” di Reggio Calabria, Cettina Nicolosi e Mariella Grande, dalle soprano nonché docenti dello stesso Conservatorio Liliana Marzano e Rita De Matteis, e dalla caporedattrice della testata on line “ApprodoNews.it”, Teresa Cosmano, hanno decretato vincitrice Giulia Polimeni, della 2 D della scuola media Pirandello, che si è esibita con il brano “Unbreak my heart” di Toni Braxton. Al secondo posto si è classificato Luca Barillà, della 4 B della scuola elementare di Santa Caterina, che ha cantato “Il Mago” del rapper Mudimbi, e al terzo posto Gebs Aquila della 5 A della scuola elementare di San Brunello, che ha interpretato “Un bambino nel tempo” di Eros Ramazzotti. Quarto posto, fuori programma, per Benedetta Gangemi, della 3 A, della scuola media Klearchos, che ha portato sul palco “Someone like you” di Adele.

I 3 vincitori hanno ricevuto una coppa, mentre tutti gli altri ragazzi partecipanti a fine spettacolo hanno ricevuto dalle mani della dirigente della Falcomatà-Archi Serafina Corrado, una medaglia ed un attestato di certificazione di eccellenti competenze nella musica e nelle espressioni teatrali, tra cui quelle in interpretazione e maturazione espressivo-emotiva. Ospite d’onore della serata Anna Nucera, nella doppia veste di dirigente scolastica e di assessore all’Istruzione del Comune di Reggio Calabria, che ha espresso pieno apprezzamento per l’iniziativa organizzata da quella che ha definito “scuola d’eccellenza” per le diverse e numerose attività formative condotte negli anni, come attestato anche dalla scelta fatta dal Ministero dell’Istruzione di indicarla quale “scuola polo” per la diffusione a Reggio e in Calabria delle attività e delle competenze musicali. Al termine della serata, i quattro finalisti sono stati invitati dal presidente del Conservatorio Cilea, Cettina Nicolosi, ad esibirsi questa sera a Taurianova, durante il concerto “Note e fiori in armonia”, nell’ambito dell’Infiorata.

Partecipa alla discussione