Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Festa Santo patrono Lazzaro tra rifiuti e pericoli La denuncia del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto”

Festa Santo patrono Lazzaro tra rifiuti e pericoli La denuncia del Comitato spontaneo “Torrente Oliveto”
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Sono in corso i festeggiamenti in onore del Santo patrono “Santa Maria delle Grazie” di Lazzaro e non si è provveduto a rimuovere la situazione di rischio igienico sanitario per la collettività determinatesi da illo tempore nei locali adibiti a servizi igienici, situati nella piazza Zagarella, ove si rinvengono rifiuti e deiezioni umane e di animali. Quest’ultimi si rinvengono anche nel materiale terroso situato nel campo di bocce.
Nel contatore ENEL trifase è stato allacciato un cavo volante depositato per terra, pertanto facilmente raggiungibile dai ragazzi.

Come già più volte segnalato i fili elettrici che si dipartono dal contatore ENEL Trifase non sono stati inguainati e in alcuni punti sono stati ricoperti con del nastro isolante di colore nero, che col tempo si è degradato e per quanto possibile osservare i fili appaiono scoperti. L’impianto non sarebbe a norma di legge. Da oltre un anno si stanno eseguendo degli interventi di pulizia nel paese e sebbene a conoscenza della situazione non si è provveduto a rimuovere questa gravissima situazione igienico sanitaria e di potenziale pericolo che continua a farci vergognare.

A qualche metro è stato allestito il palco per gli spettacoli musicali e in adiacenza c’è il bocciofilo ove nel campo da gioco, costituito da materiale sabbioso insistono in parte ricoperti dalla terra le deiezioni degli animali. E’ sconcertante che di fronte a questa e tante altre analoghe situazioni di degrado nel nostro territorio un psuedo presidente di una associazione di volontariato ha il coraggio di scrivere sulle pagine facebook, definendomi produttore di fango quanto segue, “””Fatti un’esame di coscienza e sei vuoi essere credibile adoperati in qualcosa di costruttivo lascia un segno da cittadino attivo perché fino ad ora ai solo sputtanato un Territorio, mentre altri cercano a fatica di sostenerlo. Vergognati!!!”” Colpisce che tale giudizio diffamatorio provenga da quell’associazione di volontariato locale, il cui Presidente nazionale pro tempore, dott. Guido Bertolaso, con una nota a suo pugno mi ha ringraziato per l’attività svolta dall’associazione invitandomi a perseverare lavorando insieme come abbiamo fatto a tale data.

La situazione è sovrapponibile a quella segnalata il 4 agosto 2016 durante analoghi festeggiamenti. Un bel biglietto da visita per l’immagine del paese nostro amato. Sulla problematica abbiamo interessato le articolazioni comunali e il Prefetto ai quali è stato chiesto un urgente intervento per rimuovere l’inconveniente igienico sanitario e il potenziale pericolo determinato dall’impianto elettrico soprattutto per i ragazzi.

Partecipa alla discussione