Ospedale Polistena, aumentano le prestazioni di Radiologia | ApprodoNews
Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Ospedale Polistena, aumentano le prestazioni di Radiologia Nel 2009 venivano eseguite solo 2.912 Tac mentre nel 2017 sono state eseguite 7.500

Ospedale Polistena, aumentano le prestazioni di Radiologia Nel 2009 venivano eseguite solo 2.912 Tac mentre nel 2017 sono state eseguite 7.500
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

di Luigi Longo

La Radiologia dell’Ospedale di Polistena, diretta dal Dott. Niky Cordopatri, si conferma fiore all’occhiello del sistema sanitario calabrese, registrando delle prestazioni superiori rispetto al trend delle altre strutture sanitarie. Le dichiarazioni del commissario della Sanità calabrese Massimo Scura, rilasciate lo scorso maggio, ossia: «Ho il sospetto che alcune tac in alcuni ospedali siano ferme per favorire i privati. Il fenomeno per cui le liste sono lunghe e quelle in libera professione sono minime va approfondito innanzitutto dai direttori generali, che tra l’altro in questo modo rinunciano a interessanti ricavi. Se poi qualcuno sa spiegare come mai le tac degli ospedali di Locri e Polistena sono ferme un giorno sì e l’altro pure e le risonanze magnetiche acquistate dall’Asp di Reggio oltre due anni fa non sono state installate ancora farebbe cosa utile a tutti», secondo la nostra inchiesta giornalistica, vengono ora smentite, dai numeri.

La Radiologia di Polistena, da noi frequentata nell’ultimo periodo, lavora senza sosta a completa disposizione dei pazienti. Tant’è che le Tac effettuate e le relative prestazioni, nel 2017 hanno registrato un notevole aumento rispetto agli anni precedenti. Nel 2009 infatti, le Tac eseguite ammontavano  a 2.912, mentre nel 2017 sono arrivate a 7.500, e le prestazioni hanno superato le 12.000. Questo dimostra che l’Unità diretta dal Dott. Cordopatri, è un’eccellenza. La professionalità dell’équipe del direttore è riconosciuta al di là dei numeri, per la qualità e l’efficienza. Nessuno mette in discussione i guasti che possono essersi verificati, ma è chiaro che il lavoro effettuato è di notevole importanza.

Lasciando da parte le polemiche, si auspica che il commissario in primis e tutti i dirigenti, lavorino in sinergia per rafforzare questa realtà ospedaliera.
DICHIARAZIONI DEL DOTT. CORDOPATRI
Grazie per l’attenzione riservataci.

Vorrei solo aggiungere che questi rusultati sono stati raggiunti sotto organico, perchè a causa del piano di rientro, per tanti anni siamo stati solo in due a refertare le TAC. Da poco tempo ci sono due nuovi medici, di cui una è in gravidanza da febbraio, per cui, ancora una volta, si lavora sotto organico.
Le statistiche complete nel dettaglio, relative al 2016, parlano chiaro. Si lavora incessantemente, nonostante i guasti, e siamo diventati un centro di riferimento per i malati oncologici, non sulla carta, ma nei fatti. In particolare, nel 2016, sono state effettuate 728 TAC total body senza e con contrasto; rispettivamente 571 con e 157 senza contrasto. Questo vuole dire che sono stati fatti esami per così dire “pesanti”, sia come peso di memoria che occfupano su disco, sia come informazioni e che richiedono molto tempo ed attenzione da parte del medico che deve leggerle ed eventualmente fare i confronti con i precedenti controlli oncologici. Siamo dal 2011 uno dei centri italiani di riferimento per l’esecuzione della colonscopia virtuale e nel 2016 sono state effettuate 100 colonscopie virtuali. Vengono effettuate indagini particolari come dentalscan, MOC-TC, HRCT polmone per lo studio delle interstiziopatie e siamo nel circuito per lo studio nazionale delle fibrosi polmonari di cui si occupa il dr Giordano. Non ultimo vorrei anche dire che proprio recentemente ho ricevuto i complimenti per il nostro modo di lavorare da un insigne direttore di una prestigiosa struttura oncologica nazionale, il quale, bontà sua, mi ha anche chiesto di andare a lavorare con loro. Ma tanti altri, in Italia, inviano i pazienti alla nostra attenzione per gli studi TAC perchèsi fidano del nostro operato. Tutto questo con una macchina TAC che ormai data 10 anni e che non ci permette, perchè non idonea, lo studio del cuore, che potrebbe esser possibile se fosse presa una TAC da 64 slice in su. Tutto questo, lo abbiamo fatto, con una misera 16 slice. Tutto questo ci ha fatto guadagnare un grande consenso popolare, perchè altre misure, che vanno contro l’interesse personale e privato, sono state prese in accordo con la Direziona Sanitaria, per facilitare il percorso dei pazienti oncologici, che sempre più di frequente affollano la nostra struttura.
Infine pochi sanno che dal 2010, da quando sono diventato primario della radiologia di Polistena ad oggi, sono stato spesso reperibile sempre in seconda e molte volte in prima, sempre per la cronica carenza di personale, pur non essendo tenuto a farlo, in quanto primario.

Discussione (1 commenti)

  1. redazione Autore ArticoloEditoreGiornalista

    razie per l’attenzione riservataci.

    Vorrei solo aggiungere che questi rusultati sono stati raggiunti sotto organico, perchè a causa del piano di rientro, per tanti anni siamo stati solo in due a refertare le TAC. Da poco tempo ci sono due nuovi medici, di cui una è in gravidanza da febbraio, per cui, ancora una volta, si lavora sotto organico.
    Le statistiche complete nel dettaglio, relative al 2016, parlano chiaro. Si lavora incessantemente, nonostante i guasti, e siamo diventati un centro di riferimento per i malati oncologici, non sulla carta, ma nei fatti. In particolare, nel 2016, sono state effettuate 728 TAC total body senza e con contrasto; rispettivamente 571 con e 157 senza contrasto. Questo vuole dire che sono stati fatti esami per così dire “pesanti”, sia come peso di memoria che occfupano su disco, sia come informazioni e che richiedono molto tempo ed attenzione da parte del medico che deve leggerle ed eventualmente fare i confronti con i precedenti controlli oncologici. Siamo dal 2011 uno dei centri italiani di riferimento per l’esecuzione della colonscopia virtuale e nel 2016 sono state effettuate 100 colonscopie virtuali. Vengono effettuate indagini particolari come dentalscan, MOC-TC, HRCT polmone per lo studio delle interstiziopatie e siamo nel circuito per lo studio nazionale delle fibrosi polmonari di cui si occupa il dr Giordano. Non ultimo vorrei anche dire che proprio recentemente ho ricevuto i complimenti per il nostro modo di lavorare da un insigne direttore di una prestigiosa struttura oncologica nazionale, il quale, bontà sua, mi ha anche chiesto di andare a lavorare con loro. Ma tanti altri, in Italia, inviano i pazienti alla nostra attenzione per gli studi TAC perchèsi fidano del nostro operato. Tutto questo con una macchina TAC che ormai data 10 anni e che non ci permette, perchè non idonea, lo studio del cuore, che potrebbe esser possibile se fosse presa una TAC da 64 slice in su. Tutto questo, lo abbiamo fatto, con una misera 16 slice. Tutto questo ci ha fatto guadagnare un grande consenso popolare, perchè altre misure, che vanno contro l’interesse personale e privato, sono state prese in accordo con la Direziona Sanitaria, per facilitare il percorso dei pazienti oncologici, che sempre più di frequente affollano la nostra struttura.
    Infine pochi sanno che dal 2010, da quando sono diventato primario della radiologia di Polistena ad oggi, sono stato spesso reperibile sempre in seconda e molte volte in prima, sempre per la cronica carenza di personale, pur non essendo tenuto a farlo, in quanto primario.

Partecipa alla discussione