Taurianova, alla frazione di Amato si rifà il look | ApprodoNews
Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Taurianova, alla frazione di Amato si rifà il look Asfaltate alcuni tratti viari fatiscenti

Taurianova, alla frazione di Amato si rifà il look Asfaltate alcuni tratti viari fatiscenti
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

È il caso di dire che nella frazione di Amato, si sta rifacendo il look stradale. L’eco del social che si amplifica anche dentro le case, come le parole della canzone di Finardi, “Amo la radio perché arriva dalla gente, entra nelle case e ci parla direttamente e se una radio libera, ma libera veramente, mi piace ancor di più perché libera la mente”. Così è Antonino Caridi, un nome sulla bocca di tutti. Un’icona (locale) del terzo millennio che quando passa porta con sé il senso della dolce irruenza e che difficilmente potrai dimenticare. Se dovessimo dare il titolo a un film sarebbe stato, “L’urlo di Nino Caridi conquista anche le frazioni”!
Il tutto perché alcune vie della frazione di Taurianova sono state asfaltate dopo tantissimo tempo e rimesse a nuovo. Tratti inclusi nel programma di rifacimento del manto stradale che questa Amministrazione comunale, guidata da Fabio Scionti, ha messo in atto per fare un restyling alla città, e renderla quantomeno decorosa (poi, se i soldi sono i proventi dell’accordo con la società Terna, stipulato da un altro sindaco, poco importa. Le strade si stanno riqualificando oggi con Scionti. Punto).
Però nei social, come un tripudio di suoni armonici, è stato elogiato “solo” Antonino Caridi, ma così non è perché a Taurianova c’è un’amministrazione comunale, dove c’è un Consiglio Comunale e anche una Giunta, composta da cinque persone che svolgono il ruolo di assessore (tra questi anche un vicesindaco), e se non ci credete, i loro nomi potete trovarli al seguente link del sito istituzionale del Comune: http://www.comune.taurianova.rc.it/index.php?action=index&p=20 Basta cliccare sui nomi della pagina con la dicitura, “Sindaco, Giunta, Consiglio”, e usciranno i loro nomi con le relative foto.
Certamente, Nino Caridi (per gli amici Nino il Moro), è sempre presente per la delega ricevuta (dal sindaco) per la “manutenzione”, e quindi è come se fosse un “operaio” in mezzo alla gente, stringe le mani, saluta con cortesia, cordialità, è umile, non si dà delle arie, cammina con i piedi per terra e senza petali di rosa, non “gonfia il petto (pur potendo materialmente permetterselo), non usa abbigliamento da “fighettature du role (online)”, insomma, è il classico “uno di noi”. Ma non bisogna mai dimenticare che c’è un’Amministrazione comunale e quindi, un Sindaco!
(GL)

Partecipa alla discussione