Lega Pro, cessione Reggina: oggi vertice decisivo? | ApprodoNews
Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Lega Pro, cessione Reggina: oggi vertice decisivo? Si fanno sempre più insistenti le voci riguardanti il cambio ai vertici della società amaranto

Lega Pro, cessione Reggina: oggi vertice decisivo? Si fanno sempre più insistenti le voci riguardanti il cambio ai vertici della società amaranto
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

di Antonio Spina

Da qualche giorno si fanno sempre più insistenti rumors riguardanti la cessione della società amaranto. Però, in riva allo stretto procedere con molta cautela è più di un imperativo categorico, considerando le vicende che in tal senso sono state vissute nel recente passato. La situazione è ancor di più avvolta nel mistero per il semplice fatto che dai vertici societari non trapela nulla e sul sito della Reggina, allo stato attuale, non compare alcun comunicato ufficiale. Ma una cosa è certa, l’attuale società economicamente non riesce più a sostenere gli impegni che la gestione comporta e, stretta nelle more di scadenze tra emolumenti da pagare e nuova fideiussione da presentare alla Lega, si è guardata intorno alla ricerca di forze fresche. Tra queste prende corpo sempre di più un avvicendamento con la famiglia Citrigno e, l’incontro tra le parti che si terrà in giornata, costituisce più di un indizio che questa potrebbe essere la volta buona per mettere nero su bianco.

La famiglia Citrigno, operante sul cosentino nel settore della costruzione e gestione di strutture sanitarie con un passato nell’editoria, pare abbia avuto più di un incontro con il direttore sportivo Taibi e il general manager Branca o, ancor più precisamente, con la P&P Sport. La capacità finanziaria in capo ai Citrigno risulta essere di grande consistenza tanto da essere, in un momento cruciale come questo, una grande boccata d’ossigeno per allontanare lo spettro di un nuovo fallimento come quello vissuto nell’estate del 2015. In tal modo si può far fronte alle imminenti scadenze previste per il 16 Ottobre, data in cui devono essere versati oltre 220.000,00 euro, con annessi contributi, per pagare gli stipendi ai tesserati relativi al bimestre luglio-agosto. Senza, poi, dimenticare l’ombra di una penalizzazione di otto punti in classifica e relativa ammenda pari a 350 mila euro in caso di mancata presentazione di una nuova fideiussione a, cui si aggiungerebbe, il blocco nell’erogazione di contributi dalla Lega in riferimento al minutaggio di giovani calciatori.

Il tempo a disposizione è ristretto, e pertanto, i nuovi proprietari, chiunque essi siano (i Citrigno?), prendano in mano una società con tanti calciatori di proprietà e partendo dal calcio professionistico, aspetto da non sottovalutare per poter gettare le basi per una programmazione a lungo termine. Di carne al fuoco ce n’è tanta, bisogna soltanto attendere gli sviluppi dell’incontro odierno e tra poche ore conosceremo a quali tinte potrà essere il futuro della Reggina.

Partecipa alla discussione