Giuseppe Agliano è il nuovo coordinatore di “Reggio Futura” | ApprodoNews
Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Giuseppe Agliano è il nuovo coordinatore di “Reggio Futura”

Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Giuseppe Agliano è il nuovo Presidente del coordinamento dell’Associazione “Reggio Futura”, il Movimento politico-culturale che fonda la propria azione sulla condivisione dei valori umani e ideali che hanno sempre caratterizzato la destra italiana.
Agliano (esponente storico della destra reggina, amministratore comunale ininterrottamente dal 1995 al 2011 è stato, tra l’altro, assessore e consigliere nella prima e nella seconda giunta Scopelliti; fondatore e dirigente nazionale dell’Ente di promozione sportiva ASI) è stato eletto al termine dell’assemblea dei soci, svoltasi nei giorni scorsi, che rilancia la proposta politica della formazione nata nel 2007 quale laboratorio politico in cui è possibile impegnarsi per disegnare le nuove prospettive della città di Reggio Calabria.
“Reggio Futura” – afferma il neo coordinatore – è riuscita a divenire nel tempo un punto di riferimento imprescindibile per iscritti, militanti e semplici cittadini, grazie al lavoro svolto con costanza, competenza ed abnegazione, sempre al servizio della comunità reggina e con brillanti performance nelle elezioni amministrative in cui è stata presente. Una tangibile testimonianza sono i risultati dell’ultima competizione elettorale del 2014, che hanno premiato R.F. con quasi il 10% di consensi, la lista più votata della coalizione di centrodestra, certificando così il forte radicamento del Movimento sul territorio reggino.
“Reggio Futura” – sostiene ancora Agliano – si caratterizza principalmente come un soggetto associativo nato per mettersi a disposizione della città e dei suoi cittadini, nella consapevolezza che il progresso e i miglioramenti sociali, culturali ed economici richiedono fattiva e attiva partecipazione di quella parte della società civile che, aspirando ad un effettivo sviluppo del territorio, è pronta a mettere a disposizione della comunità il proprio bagaglio professionale, progettuale e programmatico. In sintesi un laboratorio di idee al quale le donne e gli uomini di “Reggio Futura” aderiscono con ferma convinzione, consapevoli che solo attraverso un impegno politico forte, continuo e con la condivisione delle scelte si possa colmare il “vuoto” nell’attuale offerta politica locale.
Questa è la strada maestra – prosegue Agliano – per costruire un’alternativa vera, credibile e innovativa a Falcomatà e al centrosinistra che, in poco tempo, sono riusciti nella quasi impossibile impresa di far ripiombare la città alle antiche sofferenze, provocando un regresso sociale, civile ed economico di oltre vent’anni e distruggendo pedissequamente e colpevolmente ciò che di buono avevano prodotto le amministrazioni di centrodestra.
Oggi come ieri – conclude il coordinatore di “Reggio Futura” – si è chiamati ad affrontare, con rinnovato ruolo ed entusiasmo, le grandi sfide che ci attendono per risollevare le sorti della nostra comunità. Grave, infatti, è il momento in cui stiamo vivendo: l’attuale giunta di centrosinistra non è riuscita a dare le risposte che la città si aspettava e, di conseguenza, il tessuto produttivo e le famiglie soffrono grandi difficoltà economiche; la stragrande generazione di giovani che va dai 25 ai 40 anni (quella cioè che dovrebbe rappresentare la spina dorsale del futuro) ha ormai lasciato la città per cercare realizzazione in altre zone d’Italia e del mondo; vi è un evidente decadimento civile, dovuto all’insoddisfazione e all’incertezza, con una forte perdita di valori sia a livello sociale che morale, accompagnato da una inevitabile sfiducia dei cittadini nei confronti dell’attuale classe politica. Pertanto, è necessario ed indispensabile che il centrodestra consolidi una compattezza che le è propria, ritrovando unità, sintesi e leadership, partendo e puntando fortemente sulle tradizioni, le esperienze e le capacità che la destra e il centrodestra portano in dote e affidandosi al fermento e alla voglia di cambiamento dei partiti e dei movimenti che compongono l’attuale panorama politico. In questo delicato momento bisogna aggregare creando dei percorsi estremamente concreti volti ad un confronto sano, leale e costruttivo, senza pregiudizi o preconcetti, onde poter serenamente individuare, rilevate e perseguire le aspettative che la città ci chiede. Le aspettative per il futuro della città passano soprattutto dalla piena e compiuta opportunità derivata dai benefici e dalle enormi potenzialità dovute all’istituzione della Città Metropolitana, benefici e potenzialità che questo centrosinistra non riesce a sfruttare per incapacità, incompetenza e ignavia. E’ tempo di chiamare a raccolta tutti coloro che non si sono arresi nel vedere Reggio in questo stato di degrado, di lassismo e di retroguardia e che hanno voglia di spendersi per una idea di città moderna, sostenibile, appetibile dal punto di vista sociale, culturale, turistico, economico e, soprattutto, sappia interpretare ed accogliere le esigenze e le necessità della comunità reggina, offesa e vilipesa da anni di malgoverno e abbandono da parte delle istituzioni nazionali, regionali e locali.
“REGGIO FUTURA” CI SARA’!

Partecipa alla discussione