“San Ferdinando non avrà più la Pro Loco” | ApprodoNews
Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

“San Ferdinando non avrà più la Pro Loco” Maria Carmela Digiacco si scaglia contro l'Amministrazione comunale

“San Ferdinando non avrà più la Pro Loco” Maria Carmela Digiacco si scaglia contro l'Amministrazione comunale
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Sono venuta a conoscenza del fatto che dal 20 ottobre p.v., San Ferdinando non avrà più una sua Pro Loco, poichè l’Amministrazione Comunale ha chiesto ufficialmente alla Presidente Prof. ssa Domenica Di Tommaso di lasciare l’immobile che serviva da sede d’appoggio grazie ad un protocollo d’ intesa siglato qualche anno fa con l’Ente e che per un vizio di forma oggi si deve ritenere nullo senza possibilita’ di essere nuovamente sottoscritto, nonostante le pressanti richieste effettuate dalla Presidente unitamente alla richiesta di una nuova sede piu’ fruibile per la creazione di una bibblioteca civica. Questo perche’, a mio avviso, manca la volontà di collaborazione da parte degli Organi di amministrazione di questa città, i quali hanno risposto che è già prevista la creazione di una bibblioteca comunale. Io penso che in una città la coesistenza di più bibblioteche non farebbe certamente male, anzi arricchirebbe il significato di cultura e conoscenza, oltre ad offrire ai cittadini la possibilità di occupare un pò del proprio tempo libero in maniera sana. Quindi, considerato che  le Pro Loco sono associazioni locali aventi lo scopo di promozione e sviluppo del territorio, perchè mai San Ferdinando dovrebbe privarsi anche di questo? Al contrario, con associazioni di questo tipo bisogna necessariamente lavorare con spirito di sussidiarietà promuovendo l’ informazione turistica, nonchè le attivitità storiche e artistiche per la conservazione e la valorizzazione del nostro patrimonio ambientale e culturale. E proprio con uno spirito di collaborazione nella gestione del servizio turistico si dovrebbero concedere in comodato d’ uso degli spazi all’ associazione Pro Loco, anche nel rispetto di un settore, quello turistico per l’appunto, che nella nostra città è completamente assente e nemmeno considerato prioritario in una programmazione presente e ancor  più, futura, infatti anche il piano spiaggia è stato  un fallimento lampante.

Conseguenza della chiusura della Pro-Loco di San Ferdinando sarà il trasferimento dell’ interessante  bibblioteca  che verrà custodita nella sede dell’ Associazione Carabinieri di Gioia Tauro, grazie alla disponibilità del Presidente Domenico La Valle e degli altri soci che ringrazio vivamente per il generoso gesto di ospitalità. .

Pertanto, sgomenta per l’ accaduto e  basita nel constatare l’indisponibilità e la poca sensibilità dell’ amministrazione comunale verso il ruolo svolto da una simile organizzazione educativa e formativa di una coscienza civica  e turistica, invito la Pro Loco di San Ferdinando a non demordere con l’auspicio di una futura rinascita in un momento più sereno e più democratico della nostra cittadina che non merita gesti di cosi tale svilimento morale e politico.

Maria Carmela Digiacco

Dirigente Nazionale

Movimento Nazionale per la Sovranità

Partecipa alla discussione