Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

A Gioia Tauro c’è “Liberiamoci 2019” Per la promozione della lettura nelle scuole, promossa dal MIUR (mediante la Direzione Generale per lo studente), di concerto con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed il CEPELL (Centro per il libro e la lettura

A Gioia Tauro c’è “Liberiamoci 2019” Per la promozione della lettura nelle scuole, promossa dal MIUR (mediante la Direzione Generale per lo studente), di concerto con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed il CEPELL (Centro per il libro e la lettura
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Anche quest’anno, a Gioia Tauro, è l’ora di “Libriamoci” , campagna di profilo nazionale, giunta ormai alla sesta edizione, ) per la promozione della lettura nelle scuole, promossa dal MIUR (mediante la Direzione Generale per lo studente), di concerto con il Ministero per i Beni e le Attività Culturali ed il CEPELL (Centro per il libro e la lettura.
L’iniziativa, fortemente voluta dall’Assessore alla Pubblica Istruzione, Dott.ssa Carmen Moliterno – profondamente persuasa del ruolo propulsore che l’istruzione prima e la cultura dopo svolgono per la formazione di una classe civica di qualità – è frutto della progettazione sinergica tra gli Uffici comunali, gli Istituti scolastici di Città “Paolo Vi – Pentimalli”, “F. Pentimalli” e “F. Severi” ed il Polo Museale della Calabria – Museo Archeologico “Metauros”, i quali, lavorando proficuamente “in rete” hanno condiviso il calendario dal tema “Libriamoci. Libera la lettura nelle scuole … con Gioia “, che prevede un ricco e variegato programma di letture, calibrato in rapporto alle diverse fasce d’età degli allievi e che si svolgerà come di seguito.
Particolarmente ricco, il programma di lunedì 11 novembre, che prevede due iniziative ispirate a Gianni Rodari, autore italiano di pregio, specializzato in letteratura per l’infanzia.
In quella giornata, infatti, mentre presso la Scuola primaria “Montale” si terranno un Laboratorio di lettura espressiva – ispirato al Rodari e svolto a cura del narratore Wladimiro Maisano – ed un incontro sul tema “Noi siamo piccoli … ma leggeremo”, gestito da Domenico Latino, giornalista del quotidiano Gazzetta del Sud, in concomitanza, nei locali di Sala Fallara, a cura dell’Istituto Comprensivo “Paolo VI – Campanella”, l’attrice gioiese Daniela D’Agostino eseguirà, con gli alunni della primaria “Paolo VI” e “Don Milani”, una serie di letture animate interattive, sul tema “ Intorno a Gianni Rodari”.
Il successivo 12 novembre, nei locali della biblioteca comunale, sul tema “I cambiamenti climatici. Perché ci riguardano”, gli alunni della scuola media “T. Campanella” e della primaria “Paolo VI”, saranno stimolati con letture tematiche, grazie all’intervento dell’ing. Maria Sorrenti, presidente del Circolo cittanovese di Legambiente.
Nella medesima location, mercoledì 13 novembre, con l’importante intervento del capodelegazione del Fondo Ambiente Italiano – Reggio Calabria, si parlerà ancora di libri e di valorizzazione dell’ambiente, con gli alunni della scuola “F. Pentimalli” e della primaria “Paolo VI”.
“La finestra sul mondo : perché leggere i giornali” – una delle tematiche scelte per l’edizione di Libriamoci 2019 – sarà, invece, il tema dell’incontro di giovedì 14 novembre, presso la biblioteca comunale, dove il giornalista Domenico Latino intratterrà e stimolerà gli allievi dell’Istituto d’Istruzione Superiore “F. Severi” della Città.
Il nutrito programma si concluderà, quindi, nella giornata di venerdì 16 novembre, quando, presso la biblioteca comunale, alla presenza dell’autore, arch. Michelangelo Pugliese, a cura del Museo Archeologico Metauros, verrà presentato il libro “Il giardino di Drapia. Un progetto partecipato di paesaggio”.
L’importante iniziativa, sposata con slancio dal Sindaco della Città, Aldo Alessio, particolarmente sensibile al profilo della crescita culturale delle giovani generazioni, è auspicata come un momento utile per contribuire ad “educare” gli allievi alla lettura, affinché assaporino il gusto di avvicinarsi con piacere ai libri, per coglierne il fascino e le opportunità di formazione ed evasione che da essi promanano.

Partecipa alla discussione