Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Anche il Comune di Reggio Calabria a un passo dal dissesto economico Recapitata in questi giorni la delibera della Corte dei Conti che sembra non lasciare molte speranze

Anche il Comune di Reggio Calabria a un passo dal dissesto economico Recapitata in questi giorni la delibera della Corte dei Conti che sembra non lasciare molte speranze
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

L’incubo del dissesto è vicino, anche Reggio Calabria sembra aggiungersi agli altri comuni colpiti dall’estremo provevdimento contrabile in cui se non ci sarà via d’uscita dovrà deliberarlo in Consiglio Comunale e così come sono arrivati anche nell’altra città capoluogo di provincia come Cosenza, i commissari
La è quella racchiusa in un debito “idrico” con la Regone Calabria, dove la Corte al massimo tre anni per il rientro.
Gli inqulini di Palazzo San Giorgio devono fare i conti con altre problematiche moti alla città, ma che oggi si aggiunge anche un altro terribile tassello dove i conti non tornano più. E i debiti vanno ripianati.
Adesso ‘è un’altra novità dove i giudici contabili sono andati oltre, stabilendo che il debito idropotabile con la Regione Calabria dovrà essere estinto in tre anni. Stando così le cose Palazzo San Giorgio si troverebbe dunque in un vicolo cieco.
Il sindaco Giuseppe Falcomatà risponde con un post su facebook scrivendo, “Un “nuovo” debito del 2004 minaccia il nostro Comune. Si tratta dei 65 milioni del debito idrico con la Regione Calabria che, secondo la Corte dei Conti regionale, i reggini dovrebbero restituire in tre anni.
Combatteremo anche questa volta. Buona Giornata”.
Buona giornata anche a lei sindaco…

Partecipa alla discussione

Change privacy settings