Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Burlesque

Burlesque
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Editoriale di Don Salazzar

Burlesque

Editoriale di Don Salazzar

  

 

Alla Convention repubblicana l’attore Clint Eastwood ha parlato con una sedia vuota, immaginando che ci fosse seduto Obama, un escamotage scenico per lanciare dure critiche al presidente degli Usa (del quale quattro anni fa è stato sostenitore), scatenando le risate dei presenti. Più tardi si è saputo che l’intervento faceva parte del sequel del famoso film di Sergio Leone, che lanciò nel mondo della celluloide l’attore e regista americano. Titolo della nuova pellicola: Per un pugno di pìllari.

***

Aumentano i giovani disoccupati in Italia, giunti ormai a oltre tre milioni. Secondo l’Istat non hanno nessuna speranza di inserirsi nel mondo del lavoro stante la grave crisi, per cui non hanno altra scelta che restare con i genitori vita natural durante. Parzialmente soddisfatta del dato il ministro Elsa Fornero, che ha dichiarato: “Beh, non potendo ottenere un posto fisso perlomeno avranno un pasto fisso”.

***

Mentre passeggiava in una delle sue ville Berlusconi è scivolato provocandosi una lussazione alla spalla e alla caviglia. A chi ha malignato su questa versione, il Cavaliere ha risposto: “Ma quale bunga bunga, è stata una bouganville a farmi cadere”.

***

Ancora polemiche su Napolitano dopo le rivelazioni di Panorama sulle sue telefonate con l’ex ministro degli Interni riguardanti la presunta trattativa Stato-mafia del 1992-’93. Sempre di più il presidente della Repubblica si va convincendo che quelle telefonate sono state un vero e proprio tiro Mancino.

***

Se un Papa e un Cardinale gravemente ammalati rifiutano le cure drastiche si tratta di “un abbandono a Dio”. Se succede a un laico si tratta di eutanasia. Nel tragico frangente la Chiesa dimostra di giudicare con due pesi e due misure. Negando l’estrema unzione ai laici e fornendo l’estrema finzione agli alti prelati.

***

Dopo tanto caldo, finalmente arriva Poppea a rinfrescare l’aria. Sabina Poppea è stata la seconda moglie di Nerone, l’incendiario (già omaggiato dai meteorologi che hanno battezzato col suo nome una delle tante ondate di caldo). Come dire: la moglie che calma i bollenti spiriti del marito. Provocando sciarre in famiglia. Le perturbazioni, appunto. (Questi climatologi! Una ne fanno e, qualche volta, ci azzeccano).

redazione@approdonews.it

Partecipa alla discussione

Change privacy settings