Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Cibo e cultura di strada nel villaggio di Taurianova Conclusa ieri sera la positiva esperienza dello Street Food Village. Sale già l'acquolina in bocca per l'edizione del prossimo anno

Cibo e cultura di strada nel villaggio di Taurianova Conclusa ieri sera la positiva esperienza dello Street Food Village. Sale già l'acquolina in bocca per l'edizione del prossimo anno
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

di Nelly Dogali

Si è conclusa ieri la positiva esperienza dello Street Food Taurianova Village, organizzata per la prima volta dall’associazione Lzero63. Confermati gli eventi di successo delle precedenti edizioni, come i laboratori per bambini guidati da esperti in nutrizione, psicologi e artisti dell’arte pasticcera, e introdotte molte novità: lo stile street ha pervaso ogni aspetto dell’evento riuscendo a rendere coinvolgenti tutte le esperienze proposte. Il cibo di strada è stato l’indiscusso protagonista, ma il Village non ha mancato di offrire al pubblico esperienze d’intrattenimento divertenti e ricercate: prima fra tutti la musica, che ha concluso le giornate nel villaggio con l’apprezzatissima cover band Garage 21, la musica country degli Bluegrass Horny Brothers e il sapore retrò di Max Gazzaruso and Swing Fratis.

Street anche l’arte, come quella del “Writing in pineta” in cui gli artisti di strada hanno realizzato i loro murales davanti agli occhi meravigliati degli spettatori durante le tre sere in pineta, oppure quella della musica realizzata con secchi di vernice, padelle e campanelli di Don Urban Drummer. Street è stata anche la danza con i ballerini di Amici, Mowgli, Omed e Amaro, che hanno animato lo spettacolo Sits Style in the square. Street, durante l’ultima serata, anche la poesia con lo Slam-show della gara dei poeti del Puglia Slam.

Quello di quest’anno è stato uno Street Food Village Taurianova che si è arricchito dell’apporto di altre associazioni cittadine oltre all’organizzatrice Lzero63: l’associazione Past ha partecipato per proporre il dulcis in fundo dell’esperienza culinaria, la Proloco Taurianova nel cuore ha contribuito regalando a tutti i partecipanti all’evento una foto ricordo installando un Selfie Box e l’associazione Amici del Palco ha proposto ai bambini il divertente “Madonnari Lab” per giocare ispirandosi all’arte degli artisti del concorso Internazionale del Madonnari che si è tenuto nelle scorse settimane. Coinvolti anche i proprietari delle attività commerciali taurianovesi che si sono messe in gioco in una divertente sfida di cucina. Unica decisione che ha lasciato con l’amaro in bocca è stata la confermata decisione degli anni precedenti di sfruttare asini nella piazza adiacente alla pineta per far divertire i bambini e a volte, purtroppo, anche gli adulti: spettacolo sicuramente fuori luogo.

Una manifestazione molto ben riuscita: musica e artisti di ogni genere hanno contornato l’esperienza culinaria eccellente proposta dagli street fooders che quest’anno alzano l’asticella proponendo le loro specialità in chiave street. Buon cibo e degustazione di ottimi vini per una terza edizione dello Street Food Village all’altezza delle aspettative e che lascia l’acquolina in bocca per l’edizione dell’anno prossimo.

FOTOGALLERY TERZA EDIZIONE STREET FOOD VILLAGE TAURIANOVA

Partecipa alla discussione