Cinema, interprete calabrese premiata a Berlino | ApprodoNews
Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Cinema, interprete calabrese premiata a Berlino Secondo posto per l'attrice reggina Rosy D'Agostino al festivalcine Arcadia per "Esmeralda"

Cinema, interprete calabrese premiata a Berlino Secondo posto per l'attrice reggina Rosy D'Agostino al festivalcine Arcadia per "Esmeralda"
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

di Giuseppe Campisi

Un film uscito nelle sale il 6 ottobre 2018 ma che ha già raccolto numerosi consensi di critica e pubblico. “Esmerlada – maledetto quel cellulare” di Orazio Scarfò e prodotto dalla Coop Calabria Film con la regia di Pino Gambardella è la storia legata all’uso più o meno opportuno delle moderne tecnologie da parte dei giovani con una trama avvincente fino alla fine. Una pellicola proiettata in anteprima nella locride, dove è stata interamente girata, ma che ha avuto diffusione nelle sale italiane varcando anche i confini nazionali approdando a Chicago e Berlino. Proprio nella capitale tedesca al festivalcine Arcadia è stata apprezzata la produzione calabrese ed il cast di attori – tra cui la giovane protagonista Laura Murdocca, William Pugliese, Peppino Gambardelli e lo stesso Scarfò – che hanno dato prova di abilità recitativa ed immedesimazione come la reggina Rosy D’Agostino premiata dalla giuria popolare con il secondo podio. La D’Agostino ha debuttato nel 2012 presso il teatro Cilea, è interprete teatrale e cinematografica, ed attualmente si esibisce con la compagnia ARS.

Discussione (2 commenti)

  1. Orazio Scarfó

    Come Autore del film ESMERALDA “maledetto quel cellulare” ho voluto dare il dovuto messaggio a chi fa uso distorto della tecnologia internettiana.
    Vero è che attraverso detto dispositivo si può avere il mondo tra le mani, ma, altrettanto vero è che se non si fa giusto uso, può causare devastanti danni.

    Oggi non c’è più il focolaio dove la sera la famiglia si riuniva, dialogare e impartiva LEZIONI di vita dei sani principi nel dovuto rispetto.
    È giusto dire che ľirresponsabilità di alcuni genitori o di chi ne esercita la
    patria potestà sui minori, lasciati liberi come pecore senza pastore, con un cellulare in mano senza un minimo controllo è cosa veramente preoccupante per la società che nella realtà anche imprevedibile nel contesto in cui viviamo, sorprese negative, di tanto in tanto si affacciano alla finestra.

  2. Orazio Scarfó

    Come Autore del film ESMERALDA “maledetto quel cellulare” ho voluto dare il dovuto messaggio a chi fa uso distorto della tecnologia internettiana.
    Vero è che attraverso detto dispositivo si può avere il mondo tra le mani, ma, altrettanto vero è che se non si fa giusto uso, può causare devastanti danni.
    Oggi non c’è più il focolaio dove la sera la famiglia si riuniva, dialogare e impartiva LEZIONI di vita dei sani principi nel dovuto rispetto.
    È giusto dire che ľirresponsabilità di alcuni genitori o di chi ne esercita la patria potestà sui minori, lasciati liberi come pecore senza pastore, con un cellulare in mano senza un minimo controllo, è cosa veramente preoccupante per la società che nella realtà imprevedibile nel contesto in cui viviamo, sorprese negative, di tanto in tanto si affacciano alla finestra.

Partecipa alla discussione