Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Comac: Talarico (Idv) presenta un’interrogazione

Comac: Talarico (Idv) presenta un’interrogazione
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

????

“Un’altra occasione mancata per la Calabria”

Comac: Talarico (Idv) presenta un’interrogazione

 

“Un’altra occasione mancata per la Calabria”

 

Mimmo Talarico, consigliere regionale dell’idv, ha presentato un’interrogazione a risposta scritta al Presidente della Giunta regionale, On. Giuseppe Scopelliti, ed all’Assessore alle Attività Produttive, On. Antonio Stefano Caridi, in ordine alla situazione del Consorzio Mercato alimentare Calabria Srl con sede in Montalto Uffugo per sapere quali iniziative si hanno in serbo per superare l’attuale situazione di stallo e di precarietà finanziaria e funzionale della società Co.M.A.C.  S.r.l. e se non sia il caso di riconsiderare, da parte della Regione, la destinazione della struttura di C/da Pianette di Montalto Uffugo nell’ambito di un rilancio del settore fieristico regionale, tenuto conto dell’attuale chiusura degli spazi espositivi presso le “Cupole geodetiche” di Cosenza e la futuribile costruzione di un megaimpianto espositivo che dovrebbe sorgere, per le stesse finalità, tra i comuni di Cosenza e Castrolibero. “La struttura destinata ad ospitare il mercato ortofrutticolo – dice Talarico – la cui prima pietra era stata posata dodici anni prima fu inaugurata l’8 gennaio 2007, in località Pianette di Montalto Uffugo (CS) e a distanza di tre anni e dopo l’abbandono di molti operatori che lì avevano trovato accomodamento a seguito della chiusura del mercato ortofrutticolo di “Vaglio Lise” a Cosenza, ospita attualmente non più di una diecina di ditte che tra l’altro lamentano nondimeno una situazione non più sostenibile, tanto che recentemente hanno deciso di affidare ad un legale di fiducia la tutela dei propri interessi. “A determinare tale stato di cose – continua il Consigliere regionale dell’Idv – ha contribuito una più complessiva incapacità da parte delle istituzioni preposte a riorganizzare e razionalizzare il settore ortofrutticolo locale, con la conseguenza che negli anni sono proliferati i mercati paralleli nel medesimo comparto, il più delle volte abusivi, per come gli stessi operatori del Co.M.A.C. hanno recentemente denunciato, che di fatto hanno depotenziato la funzionalità e la concorrenzialità del centro di Montalto Uffugo. La Legge regionale 8 aprile 1988 n. 10 stabiliva le norme per la partecipazione della Regione Calabria alla composizione del capitale delle società consortili e di mercati agroalimentari all’ingrosso di rilevanza nazionale, regionale e provinciale. Il capitale sociale della Co.M.A.C. S.r.l., è di Euro 8.057.615, 57 aumentato a 1.1517.615,57 con assemblea straordinaria dei soci del 10.01.2009 e vede la Regione Calabria in posizione di preminenza, con il  77,61%  del medesimo; di competenza regionale sono le nomine e le indennità di carica dei membri dell’Organo amministrativo della società in questione.  Dal punto di vista finanziario la società ha fatto registrare negli anni perdite d’esercizio costanti  e nella relazione del Collegio sindacale relativa al bilancio 2008, proprio sul punto, si poteva leggere: “Il Collegio ha espresso seria preoccupazione per il pesante squilibrio tra il valore della produzione ed i costi relativi (- € 950.971,00)”. La società da strumento che, avrebbe dovuto, “concorrere a livello regionale, nazionale e magari internazionale” nel settore dell’agroalimentare, in soli tre anni di concreta attività si è rivelata, come tante altre esperienze similari in Calabria, un’altra occasione mancata.

redazione@approdonews.it

Partecipa alla discussione

Change privacy settings