Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

“Cristiani laici politica”, movimento si colloca al centro L'obiettivo è contrapporsi a populismi e sovranismi

“Cristiani laici politica”, movimento si colloca al centro L'obiettivo è contrapporsi a populismi e sovranismi
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

 Il 28 Febbraio 2019 nasce il Movimento Politico “CRISTIANI LAICI IN POLITICA” Il nuovo Movimento politico si colloca al CENTRO della politica italiana e praticherà una politica esplicita in grado di contrapporsi ai populismi e sovranismi.

I soci fondatori, che sono nove, hanno eletto all’unanimità quale Presidente del neocostituito Movimento l’Avv. Marina Iaconelli, Vicepresidente Cav. Flaviano Grillo e Tesoriere il Cav. Antonio Massimiliano Clarizio.

Il Movimento Politico si fonderà sul dialogo e sarà una rappresentanza politica alternativa, non confessionale di ispirazione cristiana laica.

La natura politica del Movimento “CRISTIANI LAICI IN POLITICA” sarà quella di ritrovare la sua identità nel popolo delle arti e delle professioni e sarà vicino ad una popolazione sempre più esigente e nel contempo fragile.

Nel panorama politico attuale si riconoscono partiti che si definiscono del “centro destra” e del “centro sinistra”. In alcuni casi i movimenti politici non si vogliono identificare affatto. Quello che manca nello scenario politico italiano da oltre 25 anni è il CENTRO. Il Centro Cristiano Laico della politica italiana oggi è rappresentato, dopo 25 anni dal Movimento Politico “CRISTIANI LAICI IN POLITICA” il cui programma si esplicita attraverso il perseguimento dei seguenti scopi:

Unire l’Europa attraverso i valori del cristianesimo come valore fondante ed il ritrovamento delle radici giudaico-cristiane. Realizzare una nuova solidarietà, partendo dal nucleo principale della società, costituito dalla famiglia che si basa sull’amore e l’unione dell’uomo con la donna, favorevole alla procreazione ed alla tutela della vita umana dal momento del concepimento. L’unione tra esseri umani che condividono tra di loro la solidarietà ed il sentimento dell’amore.Rispetto e tutela dell’integrazione e dell’accoglienza dei popoli e degli esseri umani in genere, al momento in cui si accertata la loro effettiva e veritiera persecuzione nei paesi di origine.Sviluppo armonico delle varie genti dell’Europa, che decidono di vivere liberamente, anche in altri Paesi che non siano quelli di origine, attraverso una armonizzazione culturale ed ambientale. Attenzione agli effetti del cambiamento climatico ed ai rischi conseguenti, mediante una visione comune a tutte le genti europee del problema, da risolvere con priorità.Perseguire e tutelare i diritti umani, e della salute in genere, con   la libertà di tutti i cittadini.Il movimento prende atto delle alterazioni ambientali che stanno generando nuove forme patologiche non ascrivibili ai normali protocolli riconosciuti dal Sistema Sanitario Nazionale. I Cristiani Laici in Politica hanno il dovere morale di adoperarsi nella società affinché non ci debbano essere cittadini abbandonati a se stessi. Inoltre il Movimento si adopererà ad attuare strategie politiche per poter sottoporre a terapie sperimentali che lo Stato dovrà garantire con Centri di Ricerca sul Territorio Italiano. IL Movimento guarda alle giovani forze del nostro Paese come l’unica, vera risorsa su cui fondare le basi per il futuro. Il Movimento esalta il ruolo della donna come elemento fondamentale sia nella società lavorativa che all’interno della famiglia; ripudia la guerra mediante il perseguimento di una fattiva intelligence europea la cui attività dovrà essere finalizzata al benessere comune. Il Movimento promuove ed incentiva l’autonomia delle Regioni al fine di tutelare e promuovere lo sviluppo delle proprie caratteristiche; affidare un maggiore ruolo alle Regioni in materia di valorizzazione del patrimonio culturale, conservando in capo allo Stato le competenze della tutela. Il movimento intende promuovere lo sviluppo delle piccole e medie imprese sul territorio italiano ed incentiva il rinnovamento attraverso la promozione economica finanziaria. Sulla performance dell’economia italiana incide senza dubbio la struttura proprietaria delle imprese, largamente dominata dalle imprese familiari, che devono essere valorizzate, tutelate ed aiutate attraverso il sistema bancario ed il supporto dello Stato attraverso incentivi reali ed usufruibili.

Partecipa alla discussione