Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Elefante muore dopo aver mangiato ananas riempita di petardi E' accaduto nello Stato del Kerala in India. Un'inchiesta è stata avviata. Sull'accaduto è intervenuto anche il ministro indiano dell'ambiente

Elefante muore dopo aver mangiato ananas riempita di petardi E' accaduto nello Stato del Kerala in India. Un'inchiesta è stata avviata. Sull'accaduto è intervenuto anche il ministro indiano dell'ambiente
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Un’elefantessa di 15 anni, incinta di due mesi, è morta in India, nello Stato del Kerala, negli scorsi giorni. A far rabbrividire sono le modalità con cui l’animale sarebbe stato ucciso: frutta riempita di petardi, scoppiati in bocca. Stando alla CNN l’elefantessa è morta il 27 maggio ben quattro giorni dopo l’incidente. Un ufficiale forestale locale ha raccontato che gli abitanti della zona sono soliti lasciare in giro ananas e altri frutti dolci riempiti con petardi per allontanare i cinghiali. Un’abitudine che forse potrebbe spiegare il tragico incidente. «L’esplosione ha fratturato le ossa della bocca, e l’animale non ha più potuto mangiare, perdendo pian piano le forze» ha confermato l’ufficiale. Tuttavia è stata aperta un’indagine, ma al momento nessuno è stato fermato. Sulla questione è intervenuto anche il ministro indiano dell’ambiente Prakash Javadekar, che ha dichiarato che il governo ha preso seriamente l’accaduto. «Non lasceremo nulla di intentato per investigare correttamente e catturare i colpevoli. Riempire il cibo di petardi e uccidere non fa parte della cultura indiana» ha scritto il ministro su Twitter. In India ci sono circa 27.000 elefanti selvatici e altri 2.500 in cattività. Non è inusuale, evidenzia Giovanni D’Agata, presidente dello “Sportello dei Diritti”, che gli uomini per proteggere le loro coltivazioni dagli animali – specialmente cinghiali e maiali, scelgano questo tipo di metodo usando frutta “esplosiva” per spaventarli.Secondo le associazioni animaliste il caso dell’elefantessa non sarebbe il primo, ma ogni anno anche orsi e altri animali selvatici rimangono feriti a causa di questi ordigni.

Partecipa alla discussione

Change privacy settings