GIOIESE IN PALLA, TRIS ALLA TAURIANOVESE | ApprodoNews
Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

GIOIESE IN PALLA, TRIS ALLA TAURIANOVESE

GIOIESE IN PALLA, TRIS ALLA TAURIANOVESE
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Giallorossi annichiliti dai gol di Santoro, Fondacaro e Babuscia

GIOIESE IN PALLA, TRIS ALLA TAURIANOVESE

Giallorossi annichiliti dai gol di Santoro, Fondacaro e Babuscia

 

Gioia Tauro – Gara a senso unico, per l’esordio ufficiale della Gioiese davanti al pubblico amico. La squadra del presidente Rombolà, infatti, s’è imposta con un perentorio 3 – 0 sulla malcapitata Taurianovese, ponendo una base importante sul discorso qualificazione, che viene rimandato a domenica prossima, quando a San Giorgio Morgeto i viola affronteranno la Nuova Rizziconese. I metaurini arriveranno all’appuntamento con un piccolo margine di vantaggio, dovuto dal maggior numero di reti segnate (tre dei gioiesi contro due dei rizziconesi). Vantaggio che potrebbe bastare in caso di parità, ma contro gli azzurri di Massimo Cambrea bisognerà mettere in campo la stessa determinazione vista oggi, considerate le probabili assenze di Spoleti e Babuscia, oggi ammoniti, in precedenza diffidati e, pertanto, in odore di squalifica. CRONACA: si parte con 1′ di silenzio e scroscianti applausi, in memoria di Cecè Ioculano, storico presidente e fondatore della Nuova Gioiese, scomparso nei giorni scorsi. Poi via al match che ha regalato spunti interessanti a Graziano Nocera, un incontro davvero di tutt’altra portata rispetto a quello fatto intravedere una settimana addietro a Marina di Gioiosa. I viola hanno messo in campo grinta e voglia di vincere, prendendo subito in mano le redini della partita e sciorinando buone trame di gioco, che hanno fatto divertire il pubblico presente sugli spalti. Gli aficionados, infatti, non hanno voluto mancare alla prima dei pianigiani, sfidando il caldo opprimente delle 16:30, orario scellerato scelto dalla Lega per una partita di dilettanti. I giallorossi, di contro, sono apparsi ancora imballati e privi di qualche elemento che possa dare maggior qualità, specialmente in mezzo al campo. Il vantaggio viola arriva dopo 11’ ed è frutto di una combinazione sull’asse Insana – Santoro, con cross pennellato dal primo e conclusione volante di quest’ultimo, che batte inesorabilmente il portiere Dagostino. La risposta degli ospiti è affidata all’incursione di Serpentino (uno degli ex viola insieme a Mazzitelli, Dagostino e Iannello) che di testa sfiora la traversa. Il raddoppio dei padroni di casa arriva puntuale al 45’, quando ancora i baby si mettono in evidenza: Santoro (il migliore in campo) mette in mezzo per Fondacaro, il quale salta il portiere e mette in fondo al sacco. Nella ripresa i due trainer danno respiro ai 22 in campo effettuando tutte le sostituzioni a disposizione; Savino al 7’ spreca una ghiotta occasione mentre i giallorossi non riescono ad impensierire la retroguardia viola. Al 38’, quindi, arriva il sigillo di capitan Babuscia, il quale torna a far gol su calcio piazzato, seppur con la complicità di un difensore ospite. Un segnale importante da parte dell’atleta simbolo della Gioiese che quando fa sul serio stravolge ogni equilibrio.

 

Partecipa alla discussione