Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

I Commissari Romano e Corvo salutano i cittadini

I Commissari Romano e Corvo salutano i cittadini
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Una conferenza stampa per tracciare il loro operato alla guida del comune di Taurianova

di TERESA COSMANO

 

IN ESCLUSIVA SU APPRODOTV IL VIDEO DELLA CONFERENZA STAMPA

I Commissari Romano e Corvo salutano i cittadini

Una conferenza stampa per tracciare il loro operato alla guida del comune di Taurianova

 

Dopo due anni di commissariamento prefettizio, i commissari Filippo Romano e Antonio Corvo (assente Giovanni Cirilo), con una conferenza stampa, oltre a presentare i risultati conseguiti durante il loro operato, hanno colto l’occasione per salutare i cittadini taurianovesi. «Il nostro obiettivo – hanno spiegato i commissari – era quello di ripristinare la legalità nei servizi comunali, riordinando i vari settori. Nel settore Lavori Pubblici, abbiamo portato un nuovo dirigente, che si è insediato con noi, l’architetto Giuseppe Cardona, il quale ha dato all’urbanistica cittadina un’impostazione precisa e legata ai principi di legalità. Per quanto riguarda l’ufficio tributi invece, abbiamo lavorato affrontando la questione sotto due profili: il primo, capire cosa non funzionava nella società Gioseta, cui era affidata la gestione dei tributi comunali; il secondo, agire effettuando scelte necessarie».

«Nonostante il miglioramento che abbiamo registrato – hanno evidenziato i Commissari – i problemi strutturali di fondo non venivano risolti, e ne è stata una chiara dimostrazione la recente vicenda di cronaca relativa all’arresto di un dipendente di Gioseta, che ha aperto uno squarcio, qualora ce ne fosse stato bisogno, su certe logiche con cui veniva gestita la società. L’unica scelta da fare era quindi quella di sciogliere la medesima società. Da oggi la gestione dei tributi è affidata alla Soget, socio privato di Gioseta, con criteri del tutto manageriali e privati. D’ora in poi non ci saranno più cartelle pazze, dettate dalla cattiva gestione, dal momento chela gestione delle cartelle spetteranno esclusivamente al Comune».

Scelte di questo tipo hanno riguardato anche la società Fons Nova e la fondazione Serra. «Fons Nova imbottigliava acqua per conto del Comune, che generalmente deve offrire l’acqua casa per casa, possibilmente potabile, ai cittadini e non imbottigliarla e venderla, accingendo peraltro ad una fonte non idonea. Stesso risultato per la fondazione Serra, istituita nel 1946 con lo scopo di consegnare borse di studio ai taurianovesi più brillanti, è stata  invece sempre inattiva. A questo punto possiamo dire di aver lasciato il Comune libero da pesi e senza vincoli». Corvo e Romano hanno quindi sottolineato il loro impegno per risolvere il problema rifiuti e per risanare le casse comunali. «Abbiamo trovato un Comune pieno di debiti, ma siamo riusciti comunque a ristabilire un equilibrio contabile, anche se ancora delicato. Il consiglio che possiamo dare al sindaco è quello di prestare attenzione alla gestione della cassa, che per i prossimi 2 anni, è sufficiente solo al pagamento degli stipendi e al finanziamento delle opere pubbliche appaltate». Al termine della conferenza i Commissari hanno rivolto un saluto ai cittadini e ringraziato i dipendenti comunali, in particolare il difensore civico Michele Ferraro.

t.cosmano@approdonews.it

Partecipa alla discussione