Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Il blocco delle attività ambulatoriali Il disagio dei pazienti oncologici al Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria

Il blocco delle attività ambulatoriali Il disagio dei pazienti oncologici al Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Gli ambulatori del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria rimangono inattivi, causando un grave disagio ai pazienti oncologici.

Infatti, le visite mediche dovevano ricominciare a partire dall’11 maggio, siamo al 30 e non è ancora possibile prenotare una visita con i medici ospedalieri ambulatoriali che hanno in cura i pazienti oncologici, con un disagio che investe non solo il fisico ma anche la psiche dei sofferenti.

Per i pazienti è importante il colloquio col medico ambulatoriale che conosce il paziente e l’evolversi della sua storia clinica, mentre, per converso, si ritrovano obbligati a fare la visita a pagamento negli studi privati.

Con ciò si viene ad avvantaggiare le strutture private a discapito della sanità pubblica, pertanto necessitano provvedimenti contro il malcostume e la protervia di quei dirigenti che hanno ridotto la sanità pubblica ad un lazzaretto e che con la loro incapacità cagionano continui danni economici al bilancio di un’azienda pubblica.

Partecipa alla discussione

Change privacy settings