Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Il boss della ‘ndrangheta Pasquale Condello chiede i danni ai carabinieri per i danni subiti nella propria abitazione

Il boss della ‘ndrangheta Pasquale Condello chiede i danni ai carabinieri per i danni subiti nella propria abitazione
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Angela Napoli: “Siamo al paradosso”. La parlamentare di Fli chiede con una interrogazione parlamentare risposte al ministro dell’interno Maroni

Il boss della ‘ndrangheta Pasquale Condello chiede i danni ai carabinieri per i danni subiti nella propria abitazione 

Angela Napoli: “Siamo al paradosso”. La parlamentare di Fli chiede con una interrogazione parlamentare risposte al ministro dell’interno Maroni

 

 

 

Interrogazione a risposta scritta

Al Ministro dell’Interno – Per sapere – Premesso che:

–          è stata divulgata la lettera del Ministero dell’Interno, datata 21 dicembre 2009, a firma  “p. Il Direttore” del Dipartimento della Pubblica Sicurezza – Ufficio per gli Affari della Polizia Amministrativa e Sociale, indirizzata al Raggruppamento Operativo Speciale Carabinieri – Sezione Anticrimine di Reggio Calabria ed avente come oggetto “Risarcimento danni e Azione di rivalsa”;

–          la lettera in questione chiede di conoscere i dati dei militari che hanno partecipato alla cattura di Pasquale Condello, boss della ‘ndrangheta calabrese, per l’eventuale azione di rivalsa per i danni provocati all’abitazione durante la cattura;

–          l’interrogante nel precisare che il boss Condello era latitante da ben 20 anni e che la sua cattura è avvenuta grazie alla capacità investigativa delle Forze dell’Ordine, trova davvero disarmante che i singoli militari titolari dell’esemplare operazione vengano chiamati a risarcire personalmente i danni causati durante il blitz:

–          quali urgenti iniziative intenda intraprendere al fine di non mortificare ulteriormente le Forze dell’Ordine e tutti quei militari che con dedizione e sacrificio si impegnano nella cattura dei latitanti e nella pericolosa lotta ai mafiosi.

On. Angela NAPOLI

Roma, 9 novembre 2011

Partecipa alla discussione

Change privacy settings