Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

La Valle Grecanica vola col duo Niscemi-Zampaglione

La Valle Grecanica vola col duo Niscemi-Zampaglione
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Gli uomini di Ianni violano il terreno del San Filippo di Messina bissando il successo ottenuto in Coppa Italia

La Valle Grecanica vola col duo Niscemi-Zampaglione

Gli uomini di Ianni violano il terreno del San Filippo di Messina bissando il successo ottenuto in Coppa Italia

MESSINA: Esposito, Romeo, Di Renzo, Marino, D’Ambrosio, Sorrentino, D’Angelo (72′ Ruggeri), Marzocchi, De Sena, Biondo (62′ Amico), Cocuzza (79′ Bercella). In panchina: Spataro, Cannistraro, Ravidà, Cucè. Allenatore: Domenicali.
VALLE GRECANICA: Volturo, Aloi (68′ Oliva), Aguglia, Carrato, Taverniti, Calabrò, Zampaglione, Cordiano, Tiscione (68′ Borghetto), Niscemi (93′ Zappia), Mazzei. In panchina: Zara, Stillitano, Vazzana, Pansera. Allenatore: Iannì.
ARBITRO: Robilotta di Sala Consilina

MARCATORI: al 67′ Niscemi (VG), alll’83’ Zampaglione (VG).

NOTE: Ammoniti: Tiscione (VG), Biondo (M), D’Angelo (M), Taverniti (VG), Niscemi (VG) e D’Ambrosio (M). Angoli 2-1. Recupero: 1′ e 5′.

 

MESSINA (messinasportiva.it) – Al San Filippo dopo due settimane si ritrovavano ACR Messina e Valle Grecanica. I peloritani nel frattempo hanno però letteralmente stravolto l’organico con appena un paio di riconfermati rispetto al match di Coppa Italia, vinto per 6-0 dagli ospiti contro una formazione ampiamente rimaneggiata composta esclusivamente da juniores. Si gioca ancora una volta a porte chiuse. La società non è stata in grado di ottenere la riapertura dell’impianto, dal momento che gli interventi necessari per la messa a norma del settore ospiti richiederanno qualche giorno di lavori. I cinque over tesserati fanno ovviamente parte dell’undici titolare. Sulla collinetta che sovrasta lo stadio San Filippo una cinquantina di tifosi giallorossi, che prima del fischio d’inizio si fanno notare con cori, fumogeni ed a gara in corso con qualche petardo. Il tecnico di casa Manuele Domenicali si è accomodato in tribuna dal momento che il suo tesseramento non è stato formalizzato in tempo. Maglia bianca con banda obliqua gialla e rossa per il Messina, che ha calzoncini e calzettoni rossi. Divisa interamente nera con fasce verticali gialle e rosse sui lati per la Valle Grecanica. La cronaca. Al 7′ Messina vicino al gol con Cocuzza, il cui tiro viene rimpallato in angolo. Al 10′ è D’Ambrosio a sfiorare nuovamente il vantaggio: il suo colpo di testa sugli sviluppi di un calcio piazzato si spegne di poco a lato. Al 12′ insidiosa conclusione da fuori di Niscemi, bloccata a terra da Esposito. Al 14′ ottimo spunto di De Sena, che chiede invano il rigore. Un minuto dopo Cocuzza viene anticipato in extremis. Al 18′ Niscemi lascia sul posto un avversario e fa partire un cross che attraversa l’area ma non viene raccolto da alcun compagno. Con il passare dei minuti i ritmi si abbassano e ne beneficia il Messina che non partiva certo con i favori del pronostico. Poco incisiva la formazione ospite. Al 32′ torna a farsi vivo l’ACR: il colpo di testa di D’Ambrosio sorvola di un soffio la traversa. Sul fronte opposto un po’ di apprensione per una punizione di Zampaglione, che ci riprova altre due volte su azione. Al 42′ annullato un gol a Mazzei per dubbia posizione di off-side. Il primo tempo si chiude sullo 0-0. Convincente il 4-4-2 proposto da Domenicali, che si trasforma in un 4-2-4 in fase offensiva. Ottimo l’apporto degli over D’Ambrosio e Marzocchi.
Squadre nuovamente in campo con gli stessi undici del primo tempo. All’8′ ospiti vicini al vantaggio con Carrato, la cui conclusione dai 25 metri sfiora il palo. Bisogna attendere il 12′ per un tiro dei padroni di casa, che ci provano con la debole punizione dalla lunga distanza di Marino. Al 20′ D’Angelo, pescato tutto solo in piena area, non sfrutta un ottimo assist, ciccando clamorosamente il pallone. Al 22′ la Valle Grecanica passa in vantaggio: ancora una volta decisivo l’ex Niscemi, che in tuffo di testa beffa Esposito. I peloritani calano alla distanza: una conseguenza inevitabile per una formazione in evidente ritardo di preparazione, allestita peraltro soltanto in extremis. Al 72′ clamorosa la traversa centrata dagli ospiti con il solito Niscemi; Esposito si salva. Il portiere si ripete tre minuti dopo su Zampaglione, che ci prova in altre due occasioni ed al 38′ della ripresa trova il raddoppio su assist di Niscemi. Nell’occasione colpevole disattenzione della retroguardia di casa. Da segnalare prima del fischio finale soltanto una debole punizione di De Sena al 40′. Finisce 2-0 per la Valle Grecanica, che bissa l’affermazione conquistata in Coppa Italia ed apre nel migliore dei modi la sua stagione da matricola in serie D.

Partecipa alla discussione