Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Lavori in una cava senza prescrizioni, scatta il sequestro Il proprietario dell'area è stato denunciato dai Carabinieri Forestali

Lavori in una cava senza prescrizioni, scatta il sequestro Il proprietario dell'area è stato denunciato dai Carabinieri Forestali
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Un’area di cava è stata posta sotto sequestro in località Serra Cardillo-Gabelluccia nel comune di Corigliano Rossano area urbana di Corigliano dai Carabinieri Forestali. Durante un controllo, effettuato dai militari della Stazione di Corigliano, è emerso che i lavori di coltivazione della cava, estesa per circa tre ettari, erano eseguiti in difformità alle prescrizioni dei titoli abilitativi, quali permesso di costruire, nullaosta idrogeologico e pareri vari degli enti preposti. In particolare il titolare non ha rispettato alcune prescrizioni imposte quali la recinzione dell’area, la picchettatura progressiva del perimetro, la mancata conformazione delle pareti di scavo che doveva essere eseguita in modo che la pendenza del terreno non superasse i 45 gradi con inevitabile creazione di scarpate dell’altezza massima di circa 15 metri e una mancata cura della regimazione delle acque. Inoltre è emerso dal controllo documentale che il parere positivo espresso dalla Regione era scaduto da alcuni mesi e che i lavori estrattivi avevano anche interessato una particella adiacente non prevista nel progetto. Si è pertanto proceduto al sequestro dell’area e di una ruspa escavatore trovata in azione durante il controllo e alla denuncia del proprietario del sito per “Coltivazione di cava di materiale terroso in difformità alle prescrizioni vincolanti”.

Partecipa alla discussione