M5S, a Castrovillari il consueto incontro mensile | ApprodoNews
Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

M5S, a Castrovillari il consueto incontro mensile Question time discarica, rifiuti, ferrovia, barriere architettoniche

M5S, a Castrovillari il consueto incontro mensile Question time discarica, rifiuti, ferrovia, barriere architettoniche
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Finita oltre le 20 di sabato, la riunione che vedeva coinvolti
i soggetti interessati al consueto incontro mensile dettato dal Regolamento
“Democrazia e Partecipazione”.
Gli argomenti affrontati molteplici e corposi, alcuni hanno animato in
maniera anche del tutto inopportuna, la discussione facendola sfociare
spesso in inutili dibattiti politici, riservati, solitamente, ai comizi di
cui il Movimento 5 Stelle, attraverso il Meetup locale, se n’è spogliato
finanche in campagna elettorale.

Dibattiti a cui non abbiamo preso parte per non alimentare i giri di parole
che la politica usa, solitamente, per giustificare inerzia e ricerca di
consenso di cui Castrovillari non ha bisogno. La nostra città ha bisogno di
scelte mirate, veloci e senza indugi. Le contrapposizioni elettorali
chiediamo vengano lasciate fuori da questi incontri mensili che servono a
favorire la partecipazione cittadina e atti propositivi al fine di
migliorare la vivibilità di questa nostra Città.

Ad animare particolarmente la discussione, la discarica di Campolescia che
trova pareri discordanti in Città, come in sede di riunione.
Riportiamo all’attenzione e alla conoscenza dei cittadini i dettagli emersi
dall’Assemblea svoltasi lo scorso sabato affinché possano, tutti, farsi
un’idea di ciò che accade in Città e rendere possibile l’interazione di
quanti ancora non hanno contezza della situazione a Castrovillari.
Lunga sarebbe la cronistoria della vita della discarica e ci rendiamo
disponibili, per chi voglia, a dettagliati resoconti in sede delle nostre
riunioni settimanali. Affronteremo, per tramite di questo comunicato, un
semplice sunto delle possibili opzioni che la Città potrà seguire tutte
lasciata nelle mani di decisioni politiche.
Premettendo il necessario termine dei lavori di messa in sicurezza per poi
procedere alla tombatura (copertura e chiusura) definitiva, sono emerse tre
possibili strade:
1.L’idea attualmente perseguita dall’amministrazione è quella di procedere
alla definitiva tombatura della discarica attraverso il riempimento della
stessa con il secco processato (rifiuti non riciclabili trattati) vista
l’emergenza regionale, oltre che locale, e l’eccessivo costo di
conferimento presso altre discariche che, comunque dovranno ricevere i
nostri rifiuti in futuro.
2.Tombatura immediata a termine dei lavori di messa in sicurezza e chiusura
attraverso l’inserimento, come alternativa prevista al secco processato, di
terra. Questo comporterebbe una maggiorazione nella spesa che dovrebbe
ricadere sulla tassa (Tari) dei castrovillaresi. Ciò subordinato alla
possibilità di ottenere un finanziamento dai fondi POR di cui, questo
Meetup, verificherà la possibilità vista le discordanti voci in sede di
riunione
3.Dal servizio ambiente comunale arriva “a sorpresa” per tutti la
possibilità di tombare la discarica attraverso si i rifiuti , ma per il
solo compost non di qualità (il compost grigio inadatto per le
coltivazioni) aumentando i quantitativi giornalieri e quindi facendo da
tramite alle due opzioni per permettere da una parte il risparmio ,
dall’altra la tombatura senza perdere troppo tempo.

Questo Meetup è a favore della tombatura il prima possibile poiché spesso,
purtroppo, rifiuti è sinonimo di ‘ndrangheta e visti soprattutto gli ultimi
avvenimenti, fortunatamente rischi sventati per tempo, la Città deve dire
no a qualsiasi “ragionevole dubbio”.

Non solo, parliamo di rischi alla salute e prestigio dei prodotti del
distretto di qualità agroalimentare sul sito di Cammarata, minacciato da un
deprezzamento del prestigio proprio per la presenza di questa discarica
ancora aperta e, eventualmente, funzionante per almeno altri quattro anni
se si dovesse procedere per il piano A.

In attesa di un riscontro dagli uffici competenti sulla possibilità di un
emissione di circa 800000 euro per la immediata tombatura, attenzioniamo i
cittadini tutti affinché ci siamo una presa di coscienza su questi
avvenimenti e un maggior coinvolgimento e per ciò, come sempre, ci rendiamo
disponibili all’ascolto ed eventualmente a farci da tramite per eventuali
segnalazioni, idee o quant’altro possa essere utile al fine del benessere
della comunità.

Non di poco conto gli altri argomenti affrontati, tra gli altri, restando
in tema, quello che vede sempre i rifiuti coinvolti in una procedura di
gara per dare in consegna il servizio di gestione il quale sembra quasi
combattere contro il suo destino, ossia quella dell’autonomia comunale.
Siamo soddisfatti di un piccolo grande risultato ottenuto grazie al Meetup,
che ha sollecitato l’Amministrazione comunale per l’avvio alla procedura
della costituzione dell’ATO prevista dalla legge regionale 14/14 affinché,
attraverso l’unione di comuni, la gestione rifiuti venga finalmente data
nelle mani dei comuni stessi attraverso il loro coordinamento così da
garantire il servizio pubblico, attraverso il pubblico impiego. La palla,
passata nelle mani di Cosenza come legge prevede, è stata rimbalzata nelle
mani della regione, dalla quale, ancora oggi, si aspetta riscontro. In
attesa che le pressioni di questo e altri meetup interessati, fruttino alla
causa, ribadiamo la necessità di assorbire i punti del progetto
“Castrovillari e la Rifiuti 0” che negli scorsi mesi è stato oggetto di
discussione di questo Meetup affinché si agisca sulla prevenzione della
produzione di rifiuti e non ridurci sempre a gestirli in “emergenza” e
ribadiamo la necessità di sostituire il progetto momentaneamente previsto
della costruzione di un Biomassa con la creazione di una più ecologica
soluzione, a minor impatto ambientale, come una compostiera comunale e la
possibile commercializzazione del prodotto ricavato.
Ancora di Barriere architettoniche si è parlato durante il nostro “Question
Time”, ricordando l’impegno preso dall’amministrazione comunale negli
scorsi incontri. Pare che il blocco dei lavori sia dovuto all’assenza del
personale preposto ai lavori e alla mancanza dei giusti fondi da
destinarvi: i limiti della burocrazia hanno ancora la meglio
sull’efficienza amministrativa. Il Meetup Castrovillari a 5 Stelle
continuerà a monitorare i lavori affinché si renda questa città su misura
di tutti i cittadini senza discriminazione alcuna e a tutela dei diritti
primari. Facciamo il nodo al fiocco per le parole dette dai rappresentanti
dell’amministrazione riguardo l’affidamento di ulteriori risorse economiche
all’abbattimento delle barriere architettoniche, oltre il 10% previsto
dalla legge regionale dai fondi da destinare all’urbanistica, da
estrapolare dal taglio degli oltre 130 mila euro totali dei fitti passivi.
Ultimo argomento affrontato la “Tratta ferroviaria Spezzano –
Castrovillari”. Il Meetup, rispolvera ancora una volta il vecchio progetto
di ripristino della tratta per permettere un collegamento ferroviario
nazionale e abbattere la carenza di mezzi pubblici cittadini introducendo
sistemi e percorsi cittadini che potrebbero compensare la mancanza di mezzi
pubblici soprattutto nella zona della già citata zona di Castrovillari,
Cammarata, affinché si renda Castrovillari un luogo, finalmente,
accessibile non solo per i turisti, ma per gli stessi castrovillaresi che,
a vario titolo, si trovano a dover viaggiare con non poche difficoltà per
raggiungere casa e/o il luogo di lavoro preferendo, spesso, stabilirsi
altrove.

*Meetup Castrovillari a 5 Stelle

Partecipa alla discussione