Mancata surroga, interviene il presidente Fausto Siclari | ApprodoNews
Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Mancata surroga, interviene il presidente Fausto Siclari L'azione della minoranza è un atto politico che inficia le norme democratiche

Mancata surroga, interviene il presidente Fausto Siclari L'azione della minoranza è un atto politico che inficia le norme democratiche
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Riceviamo e pubblichiamo:

Si comunica, per opportuna conoscenza, che previa regolare convocazione, il Consiglio Comunale di questo Comune si è riunito, in data 06/03/2019, per discutere e determinarsi sulle proposte di deliberazioni poste al relativo ordine del giorno, tra cui figurava, al primo punto, la surroga del Consigliere comunale di maggioranza, Dario Romeo, dimissionario, con il primo dei non eletti della medesima lista elettorale, Carmela Patrizio. In detta seduta sono risultati presenti tutti i Consiglieri comunali assegnati e, pertanto, l’assise è risultata composta da otto Consiglieri comunali di maggioranza e otto Consiglieri di opposizione. Ciò ha determinato un esito di assoluta parità di voti (8 favorevoli e 8 contrari) sulla proposta di surroga del Consigliere dimissionario, poiché i Consiglieri di opposizione hanno inteso votare contro motivando, tutti, il loro voto per “motivi generici” di esclusiva natura politica”. Preso atto della votazione infruttuosa lo scrivente ha richiamato i Consiglieri Comunali ad un più alto senso di responsabilità, ricordando loro che la surroga è un atto necessario e dovuto che non può essere condizionato da mere motivazioni di natura politica; dopodiché, ai sensi dell’art. 100 del Regolamento per il funzionamento del Consiglio Comunale, ha rinnovato la votazione il cui esito è risultato identico alla prima votazione, nonostante il richiamo. Tanto, non ha consentito la regolare ricostituzione dell’Organo Consiliare e, di conseguenza, la seduta consiliare è stata sospesa poiché è imprescindibile la inderogabile necessità della regolare costituzione del plenum ai fini del proseguimento dei suoi stessi compiti istituzionali. Si comunica, altresì, che il Consiglio Comunale è stato riconvocato per il giorno15/03/2019 alle ore 09,30, in prima convocazione, e per il 18/03/2019 alle ore 09,30 in seconda convocazione, con all’ordine del giorno la surroga del Consigliere comunale dimissionario. Alla luce degli avvenimenti descritti, appare opportuno richiamare anche il parere del 3/07/2018, pronunciato dal Ministero dell’Interno-Dipartimento per gli affari Interni e Territoriali, supportato dal costante orientamento giurisprudenziale, ove recita testualmente: “ …….la deliberazione di surroga non può essere considerato atto saltuario/eventuale, ma necessario e dovuto; l’obbligatorietà dell’atto e la sua natura vincolata ( quanto alla determinazione del contenuto) lo sottrae a qualsiasi relazione con la discrezionalità amministrativa e con l’indirizzo politico della maggioranza espressa dall’Assemblea Consiliare. Conseguentemente, l’ipotesi di votazione contraria alla deliberazione di surroga da parte dell’Organo Consiliare potrebbe verificarsi unicamente in presenza di una causa di ineleggibilità o d’incompatibilità, da contestare al surrogante con le modalità previste dalla legge.”Lo stesso Ministero indica come …“la mancata surroga integra l’omissione di un atto obbligatorio per legge e, in quanto tale, rientra nella fattispecie disciplinata dall’art. 136 del TUEL, riguardante l’attivazione dei poteri sostitutivi (il cui presupposto è che l’Ente,pur avendo l’obbligo e mantenendo il potere di emanare un atto, non lo emani).”Atteso, quindi, che la surroga non può essere omessa o anche soltanto differita, sulla base di motivazioni di natura politica che nulla hanno a che vedere con i casi in cui è possibile contestare l’ineleggibilità o l’incompatibilità del surrogante, si chiede l’attivazione di tutte le prerogative in capo a codesta Istituzione anche preventive, ove si ritenesse opportuno e/o necessario, rispetto al prossimo Consiglio Comunale già convocato per come sopra anticipato. Tanto, al fine di ripristinare la regolare funzionalità di questo Consiglio Comunale oltre che salvaguardare i legittimi diritti del surrogante lesi da un’azione politica che inficia le più elementari norme democratiche.
Distinti saluti

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE
Fausto Siclari

Nota del Presidente del Consiglio Siclari

Partecipa alla discussione