Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Obama al vertice Nato

Obama al vertice Nato
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

“Dopo il 2014 non abbandoneremo l’Afghanistan”

Obama al vertice Nato

 

“Dopo il 2014 non abbandoneremo l’Afghanistan”

 

(ANSA) LISBONA – Il Vertice della Nato di oggi e domani rappresenta una opportunita’ per rafforzare l’Alleanza e per definire un approccio piu’ preciso dell’impegno in Afghanistan. Lo ha detto oggi a Lisbona il presidente degli Stati Uniti Barack Obama in una breve dichiarazione accanto al presidente portoghese Anibal Cavaco Silva.

OBAMA, NON ABBANDONEREMO AFGHANISTAN DOPO 2014 – Anche quando si sarà conclusa la transizione, con il passaggio delle responsabilità militarialle autorità afghane, il paese “non sarà abbandonato a sé stesso” chiarisce oggi Obama in un intervento pubblicato dal quotidiano portoghese Publico. Al summit, ha confermato Obama, “armonizzeremo il nostro approccio in modo da poter lanciare il periodo di transizione che deve portare gli afghani a prendere all’inizio dell’anno prossimo la responsabilità della loro sicurezza” e “adottare l’obiettivo del presidente Hamid Karzai, per la fine del 2014”. Il capo dello stato afghano, giunto ieri a Lisbona, e che incontrerà Obama domani mattina, ha chiesto che il processo di transizione sia concluso per il 2014. La Nato e gli Usa, ha aggiunto Obama, costruiranno con l’Afghanistan “un partenariato durevole” perché “sia chiaro che quando gli afghani prenderanno in mano le operazioni, non saranno abbandonati a loro stessi”.

PRESIDENTE USA, DA LISBONA PIU’ FORTI LEGAMI CON EUROPA – Inoltre, per Obama il Vertice Nato e quello Ue-Usa di domani sono occasioni ”per rilanciare l’Alleanza e rafforzare i nostri legami con l’Ue”. Il presidente ha ricordato che proprio da Lisbona erano partiti gli esploratori alla conquista del nuovo mondo e che nella capitale portoghese, vera porta d’accesso all’Europa, e’ stato firmato il trattato Ue ”che rafforza l’unita’ europea”.

redazione@approdonews.it

Partecipa alla discussione

Change privacy settings