Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Palmi, controlli Coronavirus, Managò, “Troppe le persone ancora in circolazione” Troppa gente esce più volte nella giornata per l’acquisto di alimenti per piccoli importi, la qual cosa sta inducendo a studiare misure ancora più drastiche

Palmi, controlli Coronavirus, Managò, “Troppe le persone ancora in circolazione” Troppa gente esce più volte nella giornata per l’acquisto di alimenti per piccoli importi, la qual cosa sta inducendo a studiare misure ancora più drastiche
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Continuano i controlli della Polizia Locale di Palmi a seguito dello scoppio dell’emergenza nazionale
legata alla diffusione del virus COVID-19, che ha visto susseguirsi una serie di decreti d’urgenza
della Presidenza del Consiglio dei Ministri atti a contrastare la propagazione del virus, su indirizzo
del Sindaco avv.Giuseppe Ranuccio e diretti dal Comandante Managò. Il personale della Polizia
Locale, in sinergia con gli altri organi di polizia statali, svolge controlli capillari del territorio
monitorando i movimenti delle persone all’interno del territorio e, soprattutto, gli spostamenti in
entrata ed in uscita dal Comune di Palmi che, sulla base del nuovo DPCM 22 marzo 2020, sono
vietati se non per ragioni di lavoro imprescindibili o motivi di salute. Il Comune di Palmi ha poi
ulteriormente disciplinato le misure di contenimento con l’Ordinanza sindacale nr.11. Seppur a Palmi
si stia registrando una maggiore presa di coscienza dell’importanza di contenere gli spostamenti,
tuttavia le persone in circolazione sono ancora troppe. Troppa gente esce più volte nella giornata per
l’acquisto di alimenti per piccoli importi, la qual cosa sta inducendo a studiare misure ancora più
drastiche. Posti di blocco si eseguono anche ai confini territoriali sanzionando e rimandando indietro
i residenti di altri comuni che non hanno motivi validi per entrare in città, cercando di accedervi in
violazione del divieto. Nel contesto dei controlli, nella prima decade di aprile, elevati 25 verbali per
violazioni dell’Ordinanza sindacale con sanzioni dell’importo da 400,00 e 533,00 euro. Questa
mattina, gli agenti hanno scovato un’attività di parrucchiera che, anziché rimanere chiusa come da
disposizioni di legge, esercitava abusivamente facendo entrare i clienti da una porta laterale. Il
personale ha proceduto a sanzionare sia i titolari che le clienti, che stavano facendo la tintura e la
piega, con sanzioni di 400,00 euro a testa e Ordinanza di chiusura attività da scontare alla fine
dell’emergenza. Con questa salgono a quattro le attività artigianali sanzionate e chiuse. I controlli
della Polizia Locale continueranno incessantemente al fine di garantire la sicurezza del nostro
territorio.

Partecipa alla discussione

Change privacy settings