Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Palmi presente a Viterbo per la Macchina di Santa Rosa Presenti Salvatore Celi, presidente del Consiglio comunale, e la dottoressa Patrizia Nardi in rappresentanza del Comune

Palmi presente a Viterbo per la Macchina di Santa Rosa Presenti Salvatore Celi, presidente del Consiglio comunale, e la dottoressa Patrizia Nardi in rappresentanza del Comune
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

di Fameli Foti Rosa

Il presidente del consiglio comunale di Palmi, Salvatore Celi, nella giornata di ieri è stato a Viterbo dove si sono svolti i tradizionali festeggiamenti in onore di Santa Rosa. Come ogni anno è stata portata in processione la Macchina che, insieme alla Varia di Palmi, e alle altre feste delle città che compongono la Rete delle Grandi macchine a spalla italiane, è parte del patrimonio culturale e immateriale dell’umanità tutelato dall’Unesco. Il presidente Celi, in rappresentanza del sindaco di Palmi Giuseppe Ranuccio, parla dell’esperienza: “Quella vissuta nella città dei papi è stata una giornata molto emozionante, che ha trasmesso tutti i sentimenti di attesa, fede e gioia che accomunano le città di Palmi e Viterbo nel momento delle loro festa”. La macchina di Santa Rosa di Viterbo pesa 50 quintali ed è sollevata e portata a spalla da circa cento persone, chiamati Facchini di Santa Rosa. Il capo facchino, Sandro Rossi, ha il severo compito di guidare la macchina con istruzioni e incitazioni, incoraggiando tutti i facchini con un megafono. Parla uno di loro: “Sandro è la nostra guida è il nostro capo e dobbiamo seguirlo. Senza di lui saremmo perduti”. Durante le riprese in diretta di Tv2000 presente anche la dottoressa Patrizia Nardi, ex assessore alla cultura di Reggio Calabria, e da poco presidente del coordinamento Unesco che ha seguito personalmente l’iter complicato che ha permesso il prestigioso riconoscimento Unesco della Varia di Palmi, oggi riconosciuta bene immateriale dell’umanità.

Partecipa alla discussione