Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Per la ‘ndrangheta locale Fabio Scionti è un nemico Dalla lettura degli atti giudiziari emerge un quadro desolante

Per la ‘ndrangheta locale Fabio Scionti è un nemico Dalla lettura degli atti giudiziari emerge un quadro desolante
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Dalla lettura delle carte riguardanti la questione Pino Falleti, ex capogruppo del Pd nel Consiglio comunale di Taurianova, emergono particolari interessanti in merito alle indagini eseguite dalla Procura antimafia di Reggio Calabria. Il sindaco Fabio Scionti viene infatti considerato “inviso” alla criminalità organizzata.

Per la Dda l’operato dell’attuale amministrazione è contro la ‘ndrangheta locale. Questa è la condizione fondamentale che emerge dalle carte, dove il sindaco di Taurianova è considerato un esempio positivo da seguire. Questa è la considerazione fatta dalla procura Antimafia: “Orbene, ciò che sta accadendo da tempo a Taurianova induce a ritenere che l’attuale maggioranza di governo sia invisa o comunque l’operato della stessa sia “non condiviso” dalle locali cosche di ‘ndrangheta che, con una escalation di fatti criminosi, stanno chiaramente esercitando pressioni su esponenti politici per indurli a fare o ad assecondare proprie richieste”.
A questo punto l’opinione pubblica si domanda…chi sono i politici legati alla Ndrangheta locale? Pronti ad assecondare gli affari dei boss?. Inutile nasconderlo l’inchiesta può riservare sorprese.
Infatti per la procura antimafia di Reggio Calabria ci sono politici taurianovesi ad avere rapporti “equivoci” con le ‘ndrine locali . A breve su Approdonews racconteremo particolari dell’inchiesta della Dda in grado di tracciare uno spaccato di vita politica locale

1. Continua

Partecipa alla discussione