Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Politiche regionali vs i fenomeni dell’abuso e dello sfruttamento della persona, le riflessioni di Chiappetta (Pdl)

Politiche regionali vs i fenomeni dell’abuso e dello sfruttamento della persona, le riflessioni di Chiappetta (Pdl)
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

“Una volta licenziata dall’Aula, la legge assegnerà alla Regione Calabria il compito di promuovere iniziative importanti ed innovative in un settore di grande rilevanza qual è quello sociale”

Politiche regionali vs i fenomeni dell’abuso e dello sfruttamento della persona, le riflessioni di Chiappetta (Pdl)

“Una volta licenziata dall’Aula, la legge assegnerà alla Regione Calabria il compito di promuovere iniziative importanti ed innovative in un settore di grande rilevanza qual è quello sociale”

 

“L’approvazione in Commissione della proposta di legge, congiuntamente presentata con il collega Giovanni Nucera, in materia di prevenzione e contrasto dei fenomeni di abuso e di sfruttamento della persona, va finalmente a colmare un vuoto legislativo”. E’ quanto afferma il consigliere Gianpaolo Chiappetta (Pdl) che ricorda come, “una volta licenziata dall’Aula, la legge assegnerà alla Regione Calabria il compito di promuovere iniziative importanti ed innovative in un settore di grande rilevanza qual è quello sociale, riconoscendo più in particolare ai minori una ‘protezione speciale’ sia a causa della loro mancanza di maturità fisica ed intellettuale, sia in virtù del fatto che viene attribuito loro il ruolo fondamentale nella famiglia, perno della società moderna. Tra le altre attività che potranno essere messe in campo, avvalendosi anche del Garante per l’infanzia e l’adolescenza – conclude l’esponente del Pdl – la promozione di seminari di studio, campagne informative, attività di informazione, ricerca e formazione, consulenza psicologica, tutela legale, associazionismo e creazione di reti di solidarietà familiare”.

redazione@approdonews.it

Partecipa alla discussione

Change privacy settings