Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Presidenza Ue: Infrastrutture innovative per la crescita Techitaly su trasporti, energia e ricerca. Dibattito tra imprese ed istituzioni al parlamento Eu

Presidenza Ue: Infrastrutture innovative per la crescita Techitaly su trasporti, energia e ricerca. Dibattito tra imprese ed istituzioni al parlamento Eu
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

BRUXELLES – Gli investimenti infrastrutturali nei trasporti, nell’energia e nella ricerca saranno al centro della sessione conclusiva di TECHITALY 2014, la rassegna sull’alta tecnologia italiana a Bruxelles, in programma mercoledi 3 DICEMBRE al Parlamento Europeo.

L’evento si inserisce nel programma della Presidenza Italiana dell’UE ed è stato promosso da Ambasciata d’Italia, d’intesa con la Rappresentanza Permanente d’Italia presso l’UE, grazie al contributo dell’Agenzia ICE, del Ministero dello Sviluppo Economico, Cassa Depositi e Prestiti S.p.A. ed Enel S.p.A.

I lavori saranno aperti alle ore 9,00 dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Maurizio LUPI che illustrerà la centralità acquisita dagli investimenti infrastrutturali nell’agenda europea nel corso della Presidenza Italiana dell’UE e dall’Ambasciatore d’Italia a Bruxelles, Alfredo BASTIANELLI.

L’attualissimo tema del ruolo delle Banche Nazionali di Sviluppo e della BEI come leva finanziaria per il piano di investimenti annunciato dalla Commissione JUNCKER sarà oggetto degli interventi di apertura di Franco BASSANINI, Presidente di Cassa Depositi e Prestiti S.p.A., e del Vice Presidente delle BEI, Dario SCANNAPIECO.

La prima tavola rotonda, dedicata alle infrastrutture dei trasporti, con uno sguardo ai “Corridoi TransEuropei” ed ai diversi progetti di investimento previsti dalla Commissione, sarà aperta dal Presidente della Commissione Trasporti del PE, Michael CRAMER e dal Presidente della Regione FRIULI VENEZIA-GIULIA, Debora SERRACCHIANI. Al dibattito, moderato da Francesco DI LODOVICO di Ambrosetti-The European House, parteciperanno alcuni fra i principali stakeholder europei del settore: Pat COX, ex-Presidente del Parlamento Europeo ed oggi Coordinatore del Corridoio Scandinavia-Mediterraneo, Maurizio GENTILE (CEO, Rete Ferroviaria Italiana); Libor LOCHMAN (Executive Director of CER-Associazione delle Imprese del settore Infrastrutture e Ferrovie); Shelley FORRESTER (INEA-Agenzia Europea Innovazione e Reti); Giuseppe ACIERNO (CEO, Aeroporti di Puglia); Stephane OUAKI (DG Trasporti della Commissione UE); Isabelle RYCKBOST (EPSO-Associazione Europea Porti Marittimi) e Frank GEERKENS (Porto di Anversa).

Le infrastrutture energetiche saranno invece oggetto del dibattito della seconda tavola rotonda, in programma alle ore 12, che sarà aperta dal Vice Ministro per lo Sviluppo Economico, Claudio DE VINCENTI, ed a cui interverranno: Matteo DEL FANTE (CEO Terna), Nicalas MERIGO’ (CEO Fondo Marguerite), Walter PEERAER (CEO Fluxys), Marco Alverà (Chief Midstream Officer, Eni), Ana AGUADO (EDSO for Smart Grids), Patrizia RUTIGLIANO (Head of Public Affairs and Communication, Snam) Roberto ZANGRANDI (Head of Public Affairs, Enel) e Michael HOFFMAN (External Affairs Director, TAP-Trans Adriatic Pipeline).

Dalle 14.30 alle 17.30 la terza tavola rotonda dedicata alle infrastrutture per la ricerca, che verrà aperta dal Presidente dell’INFN, Fernando FERRONI, e che proseguirà con gli interventi di Antonio ZOCCOLI (INFN), Janez PLAVEC (CERIC-ERIC), Sandro ROSSI (CNAO), Nicolae-Victor ZAMFIR (ELI-Extreme Light Infrastructures), Vincenzo GIORI (ASG-Superconductors S.p.A.), Yannick LEGRE’ (Eurpean Grid Infrastructure), Angelo TUCILLO (ENEA), Gelsomina PAPPALARDO (CNR).

La sessione del 3 dicembre dedicata alle infrastrutture chiude la rassegna sull’alta tecnologia italiana a Bruxelles, TechItaly 2014 che, nel corso di quattro articolate sessioni ha toccato alcune tra le priorità del Semestre di Presidenza italiana dell’UE: gli investimenti nella cyber security, nelle raw materials, nelle scienze della vita, nella qualità e sicurezza alimentare ed Expo Milano, nella tutela e fruizione del patrimonio culturale.

Partecipa alla discussione

Change privacy settings