Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Raccolta differenziata, ecco i dati Arpacal

Raccolta differenziata, ecco i dati Arpacal
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Terranova Sappo Minulio è il paese più virtuoso della Piana

di TERESA COSMANO

Raccolta differenziata, ecco i dati Arpacal

Terranova Sappo Minulio è il paese più virtuoso della Piana

 

Con il 24,43% dei rifiuti che vanno in differenziata, Terranova Sappo Minulio, si attesta come il comune più virtuoso della Piana di Gioia Tauro, oltre a conquistare il terzo posto tra quelli della provincia di Reggio Calabria, per quanto riguarda il rapporto tra tonnellate di rifiuti prodotti e quanto vengono raccolti con il sistema della differenziata. E’ quanto emerge dal Report rifiuti 2010, riferito all’anno 2009, effettuato dall’Arpacal (Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria). Il documento, infatti, è il risultato di un complesso lavoro di elaborazione dei dati sulla produzione di rifiuti urbani e raccolta differenziata, per l’anno 2009, riferiti a tutti i comuni della regione Calabria, distinti per categorie merceologiche secondo i codici identificativi Cer. Dati che la direzione scientifica dell’Arpacal, attraverso il settore Inquinamenti, ha raccolto dai Comuni, dal Commissario per l’emergenza nel settore Rifiuti della Regione, dalle Province e dalle società miste che curano la raccolta dei rifiuti in Calabria. «Con l’edizione 2010 del Report rifiuti – ha commentato il direttore Scientifico dell’Arpacal, Francesco Nicolace – cerchiamo di assolvere ad uno dei nostri principali compiti istituzionali, ossia quello di avere cognizione dei principali fattori di pressione ambientale e contribuire, alla realizzazione di strumenti per mitigarne l’impatto sull’ambiente che ci circonda, attraverso l’individuazione di  eventuali criticità, al fine di supportare gli Enti regionali preposti alla predisposizione di azioni correttive». Tra i 33 comuni della Piana, Melicucco si piazza al secondo posto con il 19,57% dei rifiuti in differenziata, Gioia Tauro al terzo con il 16,13% e Molochio al quarto con il 14,77%. Nella classifica seguono quindi: Serrata (12,93%), Santa Cristina d’Aspromonte (11,95%), Oppido Mamertina (10,59%), Varapodio (10,15%), Cittanova (10%), Taurianova (9,88%), Rosarno (9%), Melicuccà (7,68%), Laureana di Borrello (7,84%), Scido (5,98%), Candidoni (5,76%), Cinquefrondi (5,47%), San Giorgio Morgeto (5,25%), Cosoleto (4,94%), Maropati (4,77%), Sinopoli (4,69%), Galatro (4,30%), San Ferdinando (2,98%), Rizziconi (2,78%), Santa Eufemia d’Aspromonte (2,51%), Feroleto della Chiesa (2,48%), San Pietro di Caridà (1,96%), Anoia (1,90%), Giffone (1,75%), San Procopio (1,56%), Palmi (1,47%), Seminara (1,23%), Polistena (1,16%) e Delianuova (1,03%). Analizzando i dati del Report rifiuti effettuato dall’Arpacal, appare curioso il fatto che il titolo di comuni “Ricicloni”, ossia quelli che gestiscono meglio i propri rifiuti, spetti a quei comuni al di sotto dei 10.000 abitanti, eccezion fatta per Gioia Tauro, terzo in classifica. La buona pratica della raccolta differenziata, secondo quanto emerge dallo studio Arpacal, non è invece diffusa tra i comuni più grandi. Basti pensare che il comune di Polistena nella classifica si trova addirittura al 31esimo posto, Palmi al 29esimo, Rosarno all’undicesimo, Taurianova al decimo e Cittanova al nono.

redazione@approdonews.it

Partecipa alla discussione

Change privacy settings