Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Regione Calabria, altro giro altra sfornata di nomine. Finchè l’Astronave va… Aprite il Burc ed è primavera, ancora segretari e collaboratori. Arruzzolo raggiunge i dieci nella sua struttura (a lui i migliori auguri per il risultato raggiunto)

Regione Calabria, altro giro altra sfornata di nomine. Finchè l’Astronave va… Aprite il Burc ed è primavera, ancora segretari e collaboratori. Arruzzolo raggiunge i dieci nella sua struttura (a lui i migliori auguri per il risultato raggiunto)
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Emergenza Covid-19? Decreto Rilancio? Bonus vari? L’economia è a pezzi e c’è chi non si può più permettere di aprire la propria attività? Hai bisogno di un tablet della Regione Calabria per l’emergenza coronavirus visto che le scuole, ora, sono chiuse? Aspetta a settembre (?), suvvia, non si può nemmeno scherzare? A settembre (forse) quando (e se) apriranno le scuole (forse) saranno consegnati 25mila con il sistema operativo quantomeno post medioevo.
Però intanto vi diamo un bonus spesa per le famiglie più bisognose da spendere con prodotti tipicamente prodotte da aziende calabresi, con un atto di indirizzo abbiamo fatto tutto, et voilà, come si dice, intanto “aiutati che Dio t’aiuta”, anzi no, il messia (Salvini) t’aiuta.
Però, non ve l’aspettavate ditelo, vero? Sì vabbè che saranno mai, “bazzecole, quisquilie, pinzellacchere”, direbbe Totò. I portaborse e gli autisti della Regione Calabria continuano a proliferare, sì, è una delle attività insieme alle pompe funebri che non cadrà mai in fallimento.
Intanto ci fa piacere che le donne sono valorizzate e che il detto prettamente maschilista, “donne al volante, pericolo all’istante” è stato sfatato dalle nomine di autisti al femminile che alcuni consiglieri regionali hanno provveduto a nominare. Da Giuseppe Graziano che ne aveva già nominata una al 50% circa un mese fa (Giusj De Luca poi trasformata a “collaboratrice amministrativa”) ed ora ne nomina un’altra (sostituisce la precedente), Ester Bernabò (moglie dell’ex assessore all’ambiente Diego Tommasi, ma sarà solo una coincidenza, malpensanti!).
Poi c’è un autista per Francesco Pitaro nella persona di Mattia Floriano Corsi (al 50%), come ricordiamo Pitaro è un uomo tutto d’un pezzo, eletto con “Io Resto in Calabria”, poi per spirito di servizio è passato al gruppo misto, ah, lo “spirito di servizio” perché non è stato nominato “segretario-questore della presidenza del Consiglio Regionale”, diciamo uno “spirito di…”, solo lo spirito forse è rimasto, forse…
Eppure tutto è riportato nei Burc n. 46 e 47 della Regione Calabria, e si sa nulla sfugge al caso né alla lettura. Così come abbiamo fatto altre volte, quello di rendere pubblico ciò che i nostri consiglieri regionali quelli votati in quel 26 gennaio scorso, da poco più del 44% e dove la maggioranza dei calabresi non si è recata alle urne. Questo è un governo regionale in cui la lotta alla poltrona mantiene le tradizioni così come pure ai benefit ed alle prebende. Illuderci che tutto poteva cambiare era da visionari in stato vegetativo. Dove nemmeno le favole riuscirebbero a dare dei benefici nel finale.
Le nomine sono quelle Nicola Paris (Udc) il quale inserisce Angela Gabriella Malara nella sua struttura a 7.145 euro l’anno. Bevacqua (PD) avrà anche lui un autista come Pitaro a 14.350 euro l’anno e sarà Mario Aragona. Ed ecco lui, il “nostro” della Piana Giovanni Arruzzolo (capogruppo di Forza Italia) a cui facciamo i nostri più sentiti auguri (insieme alla provincia reggina che l’ha votato) per aver raggiunto quota 10 (evviva, ip ip urrà). Sì, dieci (10), sì, “dieci collaboratori per lui, posson bastare (?)”, eh fosse ancora in vita Lucio Battisti si sarebbe già incazzato. Ne aveva nominato otto ed ora in questi ultimi due Burc leggiamo Pietro Paolo Zampogna e Serafina Serreti, il primo come collaboratore esperto a 16.740 euro l’anno, mentre la seconda come segretaria particolare a 20.700 euro, entrambi al 50%. Vai Giovanni, sei tutti noi!
E infine c’è Flora Sculco che nomina un segretario particolare al 50% a 20.700 euro come Cosimo Giaquinta e Giancarlo Devona come collaboratore esperto al 50% a 16.740 euro annui.
E mentre in tempi coronacirus non si sa come sbarcare il lunario e che molti calabresi si privano di molte cose che questa maledetta pandemia ha imposto, loro no. Cari amici, signore e signori, ecco a voi la Calabria bellezza! Scegli calabrese…sempre (ma ogni tanto facciamolo con oculatezza).

Partecipa alla discussione

Change privacy settings