Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Regione e apicoltori calabresi discutono sulla Pac 2021-2027 Nuove strategie regionali in tema di agricoltura e fondi comunitari

Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Aprocal ha raccolto l’invito della Regione Calabria a intervenire nel dibattito per la costruzione della politica agricola regionale 2021/2027 e le nuove strategie regionali in tema di agricoltura e fondi comunitari. Il confronto aperto con gli operatori e le istituzioni del sistema agricolo e rurale aiuterà a concentrarsi su ciò che deve essere effettivamente fatto e a puntare a un risultato positivo. L’associazione degli apicoltori produttori calabresi, in collaborazione di Una.api, l’Unione nazionale associazioni apicoltori italiani, ha voluto mettere l’argomento PAC al centro dell’agenda del convegno regionale 2019 del settore apicoltura, che si terrà il 7 aprile nella classica sede di Campora di Amantea, presso l’hotel La Principessa. L’evento è finanziato con le risorse del Programma Annuale 2018/2019, Reg. UE 1308/13; l’intento è quello di proseguire nel percorso di aggregazione, sostegno e sviluppo al comparto apistico calabrese. Per gli apicoltori calabresi il dibattito sulla nuova PAC è di vitale importanza, perché la programmazione 2021/2017 copre un periodo cruciale per il futuro del comparto. Potrà essere occasione di consolidamento e sviluppo oppure il colpo di grazia dopo una serie di criticità destabilizzanti? La discussione è finalizzata ad un’analisi dei fabbisogni dei produttori apistici e ad aprire un dialogo rispetto agli obiettivi da perseguire nella prossima programmazione 2021/2027.

Il convegno di Aprocal è ormai da diversi anni un appuntamento imperdibile per l’apicoltura calabrese e non solo: il settore apistico è oggetto di interesse a livello istituzionale e politico, oltre che economico e ambientale. Infatti, il legame strettissimo tra api e biodiversità, miele ed economia, apicoltura e agricoltura è ormai un dato di fatto accettato a tutti i livelli. Il programma del convegno prevede i saluti di Gaetano Mercatante (presidente Aprocal) e di Luigi Albo (Aprocal, Consorzio apicoltori crotonesi). Seguiranno le relazioni di Giuseppe Cefalo (Una.api) su “Nuova PAC: Proposte condivise, tutela biodiversità”; quella di Maurizio Battino (Università politecnica delle Marche) sul “Possibile ruolo nutraceutico dei composti bioattivi della produzione apistica”; e infine la relazione di Nicoletta Maffini (Responsabile commerciale Conapi) circa “L’andamento del mercato del miele italiano nel panorama europeo”. La seconda parte del convegno prevede invece un dibattito con l’assemblea, a cui parteciperanno anche Paolo Parentela (deputato, Commissione agricoltura della Camera, politiche ambientali a tutela dell’apicoltura), Giacomo Giovinazzo (Dirigente generale Dipartimento agricoltura Regione Calabria) e Mauro D’Acri (consigliere Regione Calabria, delegato all’agricoltura).

Partecipa alla discussione