Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Sanità commissariata e diritti negati per cittadini della Piana La problematica verrà discussa sabato 5 ottobre nella sala consiliare di Cinquefrondi

Sanità commissariata e diritti negati per cittadini della Piana La problematica verrà discussa sabato 5 ottobre nella sala consiliare di Cinquefrondi
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Riceviamo e pubblichiamo

Il commissariamento della nostra sanità continua a penalizzare i diritti della popolazione pianigiana. La carenza di organici provoca tensioni che rischiano di trasformarsi in incomprensioni fra il personale ed il cittadino utente. E mentre aumentano i viaggi della speranza e la Regione è costretta a pagare alle strutture ospedaliere del Nord, oltre 350 milioni di euro ogni anno, i nostri pazienti debbono aspettare oltre 60 giorni per vedere riparata una TAC. Siamo convinti che da questa triste realtà si esce da un rinnovato protagonismo dal basso, da una concreta rete unitaria che abbia come obiettivo una sanità giusta. Per discutere di tutto questo, sabato 5 ottobre, presso la sala consiliare di Cinquefrondi, alle 18.45, dove, alla presenza di medici, associazioni e parlamentari, si proverà a gridare che i calabresi non sono cittadini di serie B. La presenza di tutti è importante perché abbiamo il dovere di far capire al nostro personale sanitario che siamo al loro fianco, che apprezziamo i loro sacrifici, che siamo orgogliosi delle tante positività che la nostra classe medica sa ancora esprimere.

Michele Galimi (Partito Democratico)

Partecipa alla discussione