Serie C : la Reggina batte la Casertana e rinforza il sogno play-off | ApprodoNews
Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Serie C : la Reggina batte la Casertana e rinforza il sogno play-off Nella bolgia del Granillo gli amaranto dominano la gara

Serie C : la Reggina batte la Casertana e rinforza il sogno play-off Nella bolgia del Granillo gli amaranto dominano la gara
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

Di Antonio Spina

Alla fine arrivano tre punti meritatissimi.Un risultato di misura, che per quanto prodotto sta sicuramente stretto alla squadra di Cevoli. Solo i prodigiosi interventi dell’estremo difensore della Casertana e i legni colpiti hanno impedito che il risultato fosse più roboante. La miglior risposta al tecnico dei falchetti Pochesci che, sembra aver visto tutta un’altra partita, il quale nella conferenza stampa post gara ha dichiarato che la Reggina non ha fatto nulla per vincere. La Reggina bissa il successo di Cava dè Tirreni e riaggancia la zona play-off.Sei punti più il “bonus” Matera e in vista c’è la trasferta di Vibo di domenica prossima che promette un vero e proprio esodo della tifoseria amaranto. Una Reggina quadrata,tosta che non ha dato scampo agli avversari, venuti a Reggio solo per non prenderle, col chiaro obiettivo di portare via un punticino.Anche oggi la rete decisiva di Kirwan è arrivata nella parte finale della partita.Una costante che sta diventando una qualità importante per portare a casa punti pesantissimi. Calciatori che non mollano di un centimetro e aspettano il momento opportuno per affondare i colpi. Il resto lo ha fatto il pubblico del Granillo, presenti 10.000 spettatori nella gara odierna, davvero strepitoso e in particolar modo il tifo della Sud incessante ed incandescente per tutti i novanta minuti che, di fatto, hanno trascinato la squadra al successo.
Reggina e Casertana sono scese,oggi pomeriggio, in campo per quella che è stata un vera e propria finale in chiave play-off.Un sabato pre-pasquale ad alta intensità in via dell’importante posta in palio. Ultima gara casalinga della stagione per gli amaranto, perché quella col Matera non si disputerà causa l’esclusione dei lucani dal campionato.Cevoli,per l’occasione,non ha potuto contare sulle prestazioni di Zibert, ma contestulamente ha usufruito dei rientri di Seminara,Doumbia e Salandria.
PRIMO TEMPO TANTE OCCASIONI AMARANTO
Pronti-via e Tulissi si divora una colossale occasione.L’attaccante, ben servito da Bellomo, non è felice con l’impatto sul pallone che, pertanto, finisce la sua corsa sul fondo. La Casertana che, si è schierata sul rettangolo del Granillo, con un 3-5-2 ha mantenuto nei primi minuti un atteggiamento prudente senza prestare il fianco agli attacchi amaranto.Gli uomini di Pochesci si sono affacciati per la prima volta dalle parti di Confente al 13’ con De Marco, che impegna dalla distanza il portiere amaranto bravo a neutralizzare la sfera in due tempi.Primo tempo frizzante giocato dalla Reggina che al 14’ si vede respingere prima dai piedi di Adamonis e poi dal palo un tiro a botta sicura di Tulissi, al termine di un contropiede orchestrato da Strambelli. La supremazia territoriale della Reggina è evidente e i pericoli per la retroguardia avversaria aumentano a dismisura. Nella fase centrale della prima frazione di gioco la pressione è totale, ma il muro campano regge solo grazie alla traversa colpita da Kirwan su azione d’angolo battutto da Strambelli. Amaranto sfortunati nel frangente, ma che continuano a proporre azioni offensive in serie costringendo gli ospiti sulla difensiva. Prima di andare al riposo De Falco ci prova con un bolide dai venticinque metri,ma Adamonis smanaccia sopra la traversa mantenendo intatto per i suoi il risultato di parità. Reggina che ai punti avrebbe meritato più di un gol di vantaggio.
SECONDO TEMPO DECISIVO KIRWAN
I primi minuti di gioco della ripresa trascorrono via senza grossi sussulti.La Reggina imbastisce buone trame di gioco, i falchetti non stanno a guardare e propongono il proprio raggio d’azione sulla metà campo amaranto.Cerca di rompere gli indugi Bellomo con un tiro di poco a lato che fa venire i brividi ad Adamonis. Match che ristagna a centrocampo con entrambe le squadre che chiudono bene tutti gli spazi.Quando mancano più di venti minuti alla fine è Kirwan che fa esplodere il Granillo.Il neozelandese capitalizza al massimo un’incertezza del portiere campano su un tiro incrociato di Bellomo.Per il difensore amaranto primo sigillo in campionato e pubblico in delirio. Finale di gara che diventa incandescente.La Reggina prova a mettere in ghiaccio il match, i rossoblù di Pochesci tentano di riacciuffare il pareggio senza riuscirci e, così, la festa amaranto può iniziare.

foto reggina1914.it

Partecipa alla discussione