Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Serie C : la Reggina rifila quattro reti al Rende In gol Bellomo, Reginaldo, Rivas e Sounas

Serie C : la Reggina rifila quattro reti al Rende In gol Bellomo, Reginaldo, Rivas e Sounas
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

DI ANTONIO SPINA

Prima di questa gara mister Toscano auspicava che la Reggina doveva stare sul pezzo. Detto, fatto ed ottava meraviglia servita. Amaranto che si sbarazzano del fanalino di coda Rende, anche se con qualche piccola apprensione nei minuti finali. Arriva l’ottava vittoria consecutiva in casa che lancia la squadra dello Stretto a quota 40 punti, media stratosferica. Differenza tecnica notevole tra le due compagini, che esalta la qualità della rosa a disposizione di Toscano che per larghi tratti della gara costringe gli avversari a difendersi a ridosso dell’area di rigore. Si torna a parlare di calcio giocato dopo la farsa di Rieti. Nell’anticipo serale del 16° turno si affrontano al Granillo Reggina e Rende per il più classico dei testa-coda. Nel riscaldamento pre-gara Denis accusa un problema muscolare, per cui, Toscano si trova costretto ad impiegare dal 1’ minuto Reginaldo, rivedendo la sua scelta iniziale. Il brasiliano affianca il capocannoniere Corazza, coppia d’attacco supportata da Bellomo.
PRIMO TEMPO DOMINIO ASSOLUTO REGGINA
Nei primi minuti di gioco, la Reggina prova a fare la partita, Rende che si difende e, quando può, prova ad affacciarsi dalle parti di Guarna. I biancorossi si difendono e provano a ripartire in contropiede. I primi squilli verso la porta di Savelloni sono di Reginaldo, a cui viene annullato un gol per un fuorigioco molto dubbio. Dopo il primo gol di Bellomo, punizione deviata che spiazza l’estremo difensore rendese, si gioca ad una sola porta. E’ un monologo amaranto con tantissime occasioni da rete. Savelloni sale in cattedra con due,tre interventi prodigiosi. La supremazia degli amaranto viene sugellata dalla rete di Corazza, implacabile ad anticipare Savelloni in uscita ed insaccare con la punta del piede. Il primo tempo si chiude sul 2-0, ma il passivo per il Rende poteva essere ben più consistente. Bertoncini, stacco di testa e miracolo del portiere ospite, Bianchi, tiro oltre la traversa, De Rose, tentativo respinto e Reginaldo, rasoterra insidioso a fil di palo certificano una prima frazione di gioco a senso unico.
SECONDO TEMPO DALLA PANCHINA ARRIVANO I GOL
Nel secondo tempo ordinaria amminastrazione per la Reggina. In totale controllo del match, l’undici di Toscano mantiene il possesso palla attraverso una collaudata manovra corale. E’ Rolando al 63’ a far diventare ancora protagonista Savelloni. Il destro a giro viene deviato in corner dal portiere che si distende in tuffo. Match in surplace. Toscano decide di far tirare il fiato a Corazza, sostituito da Doumbia e Bellomo che lascia il posto a Rivas. Da azione da calcio d’angolo, improvvisamente, il Rende riapre la gara. E’ Nossa a trafiggere Guarna per un Rende che trova vigore. Il Rende ci prova con discrete trame di gioco prima che Rivas, alla prima marcatura in amaranto, chiude definitivamente la contesa dopo un’azione insistita di Doumbia. Prima del triplice fischio finale arriva la quarta marcatura di serata con il greco Sounas.

Di seguito il tabellino della gara:

Marcatori: 22′ Bellomo (Reg), 30′ Corazza (Reg), 73′ Nossa (Ren), 90’+2′ Rivas (Reg), 90’+3′ Sounas (Reg).
Reggina (3-4-1-2): Guarna; Loiacono, Bertoncini, Rossi; Garufo (81′ Blondett), De Rose, Bianchi (57′ De Francesco), Rolando; Bellomo (70′ Rivas); Reginaldo (81′ Sounas), Corazza (70′ Doumbia). A disposizione: Farroni, Blondett, Bresciani, Gasparetto, Mastour, Paolucci, Salandria, Denis. Allenatore. Toscano.
Rende (4-3-3): Savelloni; Vitofrancesco, Nossa, Bruno, Blaze (46′ Origlio); Ndiaye (46′ Morselli), Murati, Scimia; Giannotti, Vivacqua (87′ Libertazzi), Rossini (84′ Godano). A disposizione: Palermo, Borsellini, Ampollini, Cipolla, Libertazzi, Soomets, Drkusic. Allenatore: Guardia.
Arbitro: Mario Cascone di Nocera Inferiore (Francesco D’Apice di Castellammare di Stabia e Michele Di Somma di Castellammare di Stabia).
Note – Spettatori 8 170, di cui 8 ospiti. Ammoniti: Vitofrancesco (Ren), Reginaldo (Reg), Blaze (Ren), Giannotti (Ren), Murati (Ren), Libertazzi (Ren). Calci d’angolo: 7-2. Recupero: 4’st.

Foto Valentina Giannettoni

Partecipa alla discussione