Image Image Image Image Image Image Image Image Image Image
Torna su

Torna su

 
 

Serie C : la Reggina riprende la corsa nel deserto del “Viviani” Paolucci e Sarao risolvono la pratica Picerno in un match giocato “in silenzio”

Serie C : la Reggina riprende la corsa nel deserto del “Viviani” Paolucci e Sarao risolvono la pratica Picerno in un match giocato “in silenzio”
Testo-
Testo+
Commenta
Stampa

DI ANTONIO SPINA

Nel silenzio assordante del Viviani, la Reggina fa il suo dovere e batte con il più classico dei risultati (2-0) il Picerno, rialzandosi immediatamente dopo lo stop interno della scorsa settimana ad opera del Monopoli. I gol di Paolucci e Sarao consentono di incamerare tre punti preziosi verso l’obiettivo serie B, dopo aver disputato un match che ha visto gli uomini di Toscano approcciarsi bene alla partita, ma soffrendo più del previsto l’agonismo dei lucani, soprattutto, nel secondo tempo.
Un weekend inusuale per tutto il calcio italiano e, quindi, anche per il campionato di Lega Pro. Si gioca e lo si fa in uno scenario surreale senza la presenza del pubblico per via delle porte chiuse decise in settimana per far fronte all’emergenza coronavirus.Non le mgliori condizioni ambientali per disputare una partita di calcio, ma la necessità di salvaguardare la salute prevale, com’è ovvio, su tutto.
Al “Viviani” la Reggina si presenta con alcune novità importanti in formazione. La line-up di Toscano vede al centro della difesa Gasparetto, Nielsen rileva De Rose appiedato dal Giudice Sportivo in mezzo al campo, sorpresa Paolucci trequartista a supporto del tandem d’attacco Denis-Rivas.
PRIMO TEMPO SUBITO PAOLUCCI
La Reggina dimostra di non subire mentalmente il contesto ambientale ed entra in campo con la giusta concentrazione, mettendo subito il Picerno alle corde. Al primo affondo di giornata gli amaranto passano in vantaggio. Rivas affonda sulla sinistra servendo un bel pallone a centro area che Paolucci deposita in rete. Subito premiata la scelta di Toscano di mandare in campo dal primo minuto il pescarese. La Reggina continua a spingere creando altre due situazioni pericolose. Prima, è Rivas al 16’ che costringe Pane a distendersi e deviare la sfera in corner, dopo al 31’ l’autore del gol Paolucci calcia dalla distanza e trova ancora l’estremo difensore di casa a respingere il destro teso del calciatore amaranto. I padroni di casa non pervenuti nella prima mezz’ora di gioco, provano a mettere il naso fuori dalla propria metàcampo. Santaniello, il più pericoloso tra i lucani, prima si vede annullare per off-side un bellissimo terzo tempo su traversone dalla sinistra di Lorenzini, dopo impegna centralmente Guarna con una girata volante. Adesso, il Picerno è più propositivo e lo dimostra la conclusione mancina di Kosovan che sfila vicinissima al palo. Nella prima frazione di gioco Rivas e Paolucci tra le fila amaranto e Santaniello tra i rossoblù, i migliori in campo.
SECONDO TEMPO SARAO CHIUDE I CONTI
Nella ripresa la Reggina cerca il gol della tranquillità, i locali si gettano in avanti con generosità per trovare il pareggio. Ci prova subito Bianchi che manda a vuoto l’intervento di un avversario, ma il suo tentativo non porta pericoli alla porta difesa da Pane. Risponde il Picerno con Kosovan il cui tiro viene ribattuto e sull’immediata respinta Santaniello spara alto sopra la traversa. Al 79’ brivido Reggina : Esposito cerca il colpo di genio. Il suo tiro a giro dalla distanza non trova la deviazione di testa degli attaccanti di casa e gli amaranto possono tirare un sospiro di sollievo. Nel momento migliore dei padroni di casa, la Reggina trova il raddoppio con il primo gol in amaranto di Sarao, che brucia Pane con un tocco da vero attaccante. La rete, arrivata in un momento di difficoltà degli ospiti, annichilisce di fatto il Picerno spegnendo tutta la verve agonistica. Prima del raddoppio Bellomo, tiro mancino, e sul successivo corner lo stesso Sarao,con un gran stacco di testa, sfera a fil di palo fanno le prove genarali del 2-0.

SERIE C GIRONE C, 30ª GIORNATA

AZ PICERNO-REGGINA 0-2

Marcatori: 6′ Paolucci, 87′ Sarao.

AZ Picerno (3-5-2): Pane; Fontana, Ferrani, Lorenzini; Melli (62′ Vanacore), Kosovan, Vrdoljak, Romizi (62′ Nappello), Guerra (74′ Cecconi); Esposito (83′ Squillace), Santaniello (74′ Ripa). A disposizione: Cavagnaro, Mancini, Ruggieri, Donnarurmma, Priola, Brumat. Allenatore: Giacomarro.

Reggina (3-4-1-2): Guarna; Loiacono, Gasparetto (55′ Blondett), Rossi; Garufo Bianchi, Nielsen (74′ De Francesco), Liotti (74′ Rolando); Paolucci (65′ Bellomo); Denis (74′ Sarao), Rivas. A disposizione: Farroni, Marchi, Rubin, Mastour, Sounas, Doumbia, Reginaldo. Allenatore: Toscano.

Arbitro: Daniele De Santis di Lecce (Gianluca D’Elia e Andrea Niedda di Ozieri).

Note – Ammoniti: Rivas (R), Ferrani (P), Gasparetto (R), Paolucci (R), Guarna (R), Sarao (R). Espulso: all. Toscano (R). Calci d’angolo: 1-4. Recupero: 1’pt; 5’st.

Partecipa alla discussione

Change privacy settings